Incendio alla concessionaria Renault: "Non è la prima volta, la zona è molto degradata"

Nel rogo, di origine probabilmente dolosa, sono andate distrutte 4 macchine. Il responsabile del punto vendita di via Pindemonte: "Situazione di degrado segnalata più volte ma non è stato fatto niente"

Il responsabile del punto vendita, Antonello Mannini, di fronte al concessionario. Sotto le macchine andate a fuoco

Quattro macchine distrutte dalle fiamme, più una a cui è stato rotto un finestrino. E' questo il bilancio del rogo, molto probabilmente di origine dolosa, avvenuto nella tarda serata di ieri, martedì 3 luglio, alla concessionaria Renault di via Pindemonte a Pisa, vicino al centro commerciale Carrefour. "La concessionaria esiste da un decina di anni ma nelle ultime settimane ha cambiato proprietà. Il nuovo punto vendita - spiega il responsabile, Antonello Mannini - è stato inaugurato il 21 giugno scorso con una grande festa a cui avevano partecipato oltre 300 persone e che aveva visto anche la presenza dei vertici di Renault Italia, oltreché degli sbandieratori del Gioco del Ponte".

L'incendio è avvenuto nel parcheggio della concessionaria. "Ad andare a fuoco - continua Mannini - sono state quattro auto usate, destinate ad essere ritirate dal mercato. Per fortuna le fiamme sono state spente prima che raggiungessero l'altra parte del parcheggio, pochi metri più in là, dove teniamo circa una cinquantina di mezzi destinati ad essere immatricolati e messi sul mercato. Diciamo che dal punto di vista materiale il danno non è enorme".

Diverso è però il discorso dal punto di vista emotivo. "Questa mattina - prosegue Mannini - ho chiamato il titolare del punto vendita che era ovviamente molto dispiaciuto. La situazione in questa zona è parecchio degradata e dietro ai canneti di via Pindemonte c'è un pò di tutto: roulotte, accampamenti abusivi, baracche, spaccio. Una situazione che non è certo normale, visto che ci troviamo vicino ad un mercato e a un centro commerciale, e che abbiamo segnalato diverse volte già in passato. Purtroppo però non è stato fatto niente. E' chiaro che per un imprenditore non è bello investire dei soldi e vedere poi un contesto così degradato, quando basterebbe poco per sanare la situazione".

Non è inoltre la prima volta che la concessionaria subisce un episodio del genere. "Lo scorso anno - continua il responsabile del punto vendita - si è verificato un incendio esattamente nello stesso punto di ieri sera. Abbiamo inoltre subito, sempre l'anno scorso, due tentativi di furto. La prima volta hanno spaccato la recinzione esterna della concessionaria tentando di portare via una macchina, ma nell'uscire il mezzo è rimasto incastrato nella cancellata ed è stato abbandonato. La seconda volta invece sono riusciti a portare l'auto fuori dalla recinzione, ma poi il mezzo, che era destinato al ritiro, si è rotto e anche il quel caso è stato abbandonato".

Sempre nella serata di martedì, nella stessa zona (più precisamente in piazza Luther King) e poco dopo il rogo avvenuto in via Pindemonte, è andato a fuoco anche un camper.  Le coincidenze spaziali e temporali fanno pensare che i due roghi siano collegati e che siano stati appicati dalla stessa mano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento