Incendio Serra: sbloccati i fondi agricoli ma chi ha perso la casa resta a bocca asciutta

L'annuncio del presidente Rossi che ringrazia il ministro Centinaio. Resta l'amaro però per la mancata dichiarazione di emergenza nazionale

Una delle case distrutte dal rogo

Una soddisfazione solo a metà da parte del governatore della Regione Toscana Enrico Rossi il quale annuncia che per l'incendio dei Monti Pisani dello scorso settembre "a breve, il ministro Gian Marco Centinaio ci autorizzerà a spendere alcune risorse del nostro Piano di Sviluppo Rurale per i danni in agricoltura". "Pertanto fin da adesso, nell'attesa, ringraziamo il Governo" sottolinea Rossi.
In seguito al riconoscimento della calamità nazionale da parte del Governo, il Piano di sviluppo rurale della Toscana prevede infatti di attivare alcune misure strettamente legate al ripristino del bosco danneggiato. Avendo la Regione già censito i danni, adesso gli imprenditori agricoli e gli enti pubblici potranno chiedere il ristoro dei danni subiti.

Ma il presidente Rossi rimarca anche l'altro aspetto, quello che ha lasciato l'amaro in bocca in primis alle popolazioni e ai Comuni coinvolti nel rogo. "Zero risorse invece da Roma - prosegue Rossi - per il riconoscimento dell'emergenza nazionale e quindi per le strutture che questo incendio ha distrutto, con motivazioni già esposte e argomentate".

"Il ministro dell'Agricoltura Centinaio ha firmato il decreto che consentirà alla Regione Toscana di utilizzare i fondi europei già nelle disponibilità della Regione stessa per i danni agricoli anziché per la finalità originaria - interviene il sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti - purtroppo, non avendo documenti ufficiali, aspetto a leggere il contenuto prima di un commento compiuto. Mi limito a dire che non ho mai dubitato che questo sarebbe avvenuto specie dopo gli impegni della Commissione Agricoltura (speravo in risorse nazionali e non solo nell'uso dei fondi europei, che mancheranno altrove in Toscana). Ringrazio il governo e la Regione per aver studiato questa misura".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi ancora una volta la richiesta di un dietrofront sul nodo 'emergenza nazionale'. "Chiedo fin da ora, anzi è un ribadire, che le risorse vengano concesse a tutti e non solo alle aziende - afferma Ghimenti - specifico che purtroppo ciò non ha effetti su chi ha perso la casa e sulle risorse che riteniamo necessarie per altri lavori di messa in sicurezza del territorio. Su questi continueremo ad avanzare le nostre richieste pressanti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento