Incidenti: aumentano i morti sulle strade della provincia, diminuiscono in Fi-Pi-Li

E' quanto emerge dai dati del Sirss, il Sistema Integrato Regionale per la Sicurezza Stradale

Foto d'archivio

Aumenta il numero di morti sulle strade della provincia di Pisa (+7 rispetto al 2016) ma diminuiscono i decessi sulla Fi-Pi-Li (5 morti e 43 incidenti in meno rispetto al 2016), con una netta inversione della tendenza in aumento che aveva caratterizzato i cinque anni precedenti. E' quanto emerge dai dati del Sirss, il Sistema Integrato Regionale per la Sicurezza Stradale. Dati che si riferiscono all'anno 2017 e che riguardano l'intera Toscana.

I dati in Toscana

Nel 2017 in Toscana si sono verificati 16.099 incidenti stradali che hanno causato il ferimento di 21.390 persone e 269 morti. Rispetto al 2016, diminuiscono del 2,5% gli incidenti e del 2,9% i feriti, in misura superiore al dato nazionale (rispettivamente -0,5% e -1,0%); il numero delle vittime della strada selle strade toscane aumenta dell'8%, a fronte di un dato nazionale di +2,9%. Insomma nella nostra regione si sono verificati meno incidenti stradali, ma con conseguenze più gravi per le persone coinvolte.

"I dati Sirss ci preoccupano - ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli - e confermano quanto già evidenziato nell'anno precedente, ovvero che la gran parte dei morti sulle strade sono conseguenza del mancato rispetto delle regole e della distrazione, sempre più spesso causata anche dall'utilizzo dello smartphone durante la guida". 

Le vittime della strada sono soprattutto maschi (82%) e che il maggior numero delle vittime sono classificate come 'utenti vulnerabili', cioè pedoni e conducenti o passeggeri di veicoli a due ruote, che rappresentano il 54% del totale dei decessi. Questo dato è in diminuzione rispetto al 2016, dove la percentuale era pari al 61%, ma ancora superiore a quello nazionale (50%). Diminuiscono i decessi tra i pedoni (-12) e tra i conducenti/passeggeri di ciclomotori (-6), mentre aumentano decisamente tra i motociclisti (+11). I conducenti o passeggeri di autovetture rappresentano il 41% dei decessi per incidente stradale, in aumento rispetto al 2016 di 27 unità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra i comportamenti sbagliati che causano incidenti, i più frequenti sono il mancato rispetto della segnaletica e della precedenza e le manovre o svolte irregolari (all'origine del 47% degli incidenti). La guida distratta e l'eccesso di velocità causano il 28% degli incidenti non mortali e ben il 42% degli incidenti mortali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento