Travolta da un'auto mentre accompagna la figlia alla fermata dell'autobus: morta 40enne

E' successo intorno alle 7 di lunedì mattina. Il cadavere, finito in un fossato, è stato recuperato dai vigili del fuoco

Il luogo dell'incidente

Investimento mortale questa mattina, lunedì 26 novembre, intorno alle 7 in via di Pelle a Santa Croce sull'Arno. Una donna, di nazionalità cinese di quarant'anni, è stata travolta da un veicolo in transito e il suo corpo, a causa del violento impatto, è stato scaraventato all'interno di una fossa che costeggia la carreggiata. Per il recupero è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco di Castelfranco di Sotto. I soccorritori del 118 non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della signora. L'automobilista sotto choc si è fermato subito dopo l'impatto e ha dato l'allarme.
Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la vittima stava accompagnando la figlia alla fermata dell'autobus per andare a scuola. Le due stavano camminando in fila indiana lungo la strada quando la madre è stata travolta dal veicolo.
Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri per effettuare i rilievi dell'incidente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Bimbo di 5 anni salvato dalle sofferenze di un tumore, i genitori: "Grazie"

  • Coronavirus in Toscana, 5 nuovi casi: un decesso a Pisa

  • Consegna a domicilio di cocaina: in manette due fratelli pusher

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento