Autostrada A4, camper tampona un tir: morto 42enne pisano

L'uomo, Massimo Blanco, è andato a scontrarsi con violenza contro un mezzo pesante morendo sul colpo

Il camper dopo l'impatto

E' il 42enne pisano Massimo Blanco la vittima del terribile incidente stradale di martedì mattina, 18 giugno, sull'Autostrada A4, tra i caselli di Sirmione e Desenzano, direzione Milano, nel bresciano.

Come riporta BresciaToday, verso le 9, l'uomo - residente a Livorno ma originario di Pisa - era al volante del suo camper Fiat, bloccato nella lunga coda che avanzava a singhiozzo a causa di un precedente incidente, avvenuto circa 3 ore prima in territorio di Calcinato, dove un camion aveva perso l'intero carico mandando in tilt il traffico autostradale.

Non si sa se per un malore o per una distrazione, ma il camper ha finito per tamponare con violenza un tir di una ditta ungherese, guidato da un 52enne di Budapest rimasto illeso. L'impatto è stato violentissimo, per il 42enne pisano non c'è stato nulla da fare: è morto sul colpo.


 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Potrebbe interessarti: http://www.bresciatoday.it/cronaca/incidente-stradale/a4-camper-massimo-blanco.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BresciaToday/201440466543150

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

Torna su
PisaToday è in caricamento