Morto investito in Fi-Pi-Li: si è costituito chi ha colpito il 74enne

Si tratta di un uomo che si è presentato nella tarda serata di ieri 26 novembre alla Polizia di Pontedera

La ricerca del suv che ha colpito e causato la morte di Roberto Ceccarelli si è conclusa nella notte. Nella tarda serata di ieri, 26 novembre, alcune ore dopo l'incidente in Fi-Pi-Li delle 19, un uomo, un 39enne di Pontedera, si è costituito al Commissariato pontederese affermando di essere stato lui a colpire il 74enne.

Sostanzialmente confermata la dinamica ricostruita dalla Polizia Stradale di Pisa, nell'indagine coordinata dalla Procura: la vittima si era fermata a lato della carreggiata poco prima dell'uscita di Navacchio in direzione Firenze ed una volta fuori è stato investito. Il conducente del suv ha proseguito la sua corsa, per presentarsi solo successivamente, in tarda serata, presso la sede della Polizia pontederese in Piazza Trieste.

Sono stati disposti accertamenti per valutare lo stato psico-fisico dell'uomo. Le ipotesi di reato sono di omicidio stradale ed omissione di soccorso.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Ogni giorno un omicidio stradale e sempre praticamente impunito. Mi dispiace molto per quest'uomo e penso anche io alla povera Michela Sotgia falciata sulle strisce a 19 anni ancora da compiere. Il suo investitore è stato furbo, ora è libero come un uccellino. Hanno fatto l'autopsia a Michela, poveretta, la dovevano fare al bastardo che l'ha ammazzata.

  • proprio ieri ero in superstrada. da empoli a pisa il 95% delle auto sfrecciava oltre 30 km sopra il limite. a centinaia. nessun controllo! decine di balordi che non usano mai le frecce, che ti stanno 1 metro dietro. e cosa c'è come deterrente? solo quei patetici autovelox pluriconosciuti e supersegnalati! ma i telelaser random che tutti i paesi civili (croazia, slovenia, svezia, islanda, norvegia ecc) usano, da noi dove sono???? è l'ora di finirla con questa sciatteria, maleducazione, arroganza e non rispetto delle regole!! non basta la gente che muore??? mi auguro che a chi "non si accorge" di aver travolto un uomo e se ne va via venga data una pena severissima, aggravata, senza sconti "italioti".

    • Proprio domenica era sulla fi-pi-li da firenze direzione pisa e all'altezza di uno di quei stramaledetti autovelox c'è stato un incidente con oltre 3 km di coda. Le persone vedono l'apparecchio mangiasoldi e inchiodano e ci scappa l'incidente. Perché non prendiamo esempio dalla Germania, con autostrade sempre perfette, gratuite, privi di limiti di velocità (TRANNE dove ci sono i lavori in corso) e col più basso numero di morti. Invece noi dobbiamo sempre scimmiottare i peggiori, mai i migliori. Ah, per la cronaca, per chi non lo sapesse: in Francia i disordini ci sono non solo per l'aumento di pochi centesimi dei prezzi del carburante ma anche perché quel genio di Macron ha deciso di ridurre il limite di velocità di 10 km/h. Almeno i francesi hanno il coraggio di dire ai politici ciò che pensano e di ribellarsi, noi italioti non avremmo fatto nulla davanti a simili provvedimenti.

  • Un incidente può capitare a tutti e può avere conseguenze più o meno drammatiche. Ma perché non fermarsi subito e prestare soccorso? Anche se si è convinti che non c'è più nulla da fare, occorre sempre fermarsi immediatamente perché scappare non fa altro che aggravare enormemente la propria posizione. Per responsabilità, dinamiche, denunce, avvocati e processi ci si pensa dopo: ma occorre sempre fermarsi e mai fuggire, sempre fermarsi.

    • Vogliamo parlare di quello che ha ammazzato una poveretta di 19 anni sulle strisce e ha detto di non essersi accorto di aver colpito tre persone? A piede libero poiché quando si è presentato 15 ore dopo non aveva più alcool nel sangue. In linea di massima fuggono xke poi viene derubricato ad omicidio colposo ("non li ho visti";) e non puoi dimostrare che erano ubriachi fradici

      • Se ti costituisci entro x ore (mi pare 24) riduci le tue colpe, ma resti colpevole di non aver prestato soccorso. Hai ragione, è un trucco odioso per smaltire la sbornia, ma comunque le pene restano severe.

  • pover'uomo... Ed ora un altro automobilista demente fuori dalle palle. E c'è un alta concentrazione di questa categoria tra i possessori di Suv

    • L'automobilista è un vero demente perché non si è fermato subito. Sulla dinamica non mi pronuncio e non conosco i dettagli, ma in teoria se una persona esce dall'auto in tarda serata in superstrada, forse senza giubbino catarifrangente e forse posizionandosi sulla corsia e non a destra della linea che delimita la carreggiata allora schivarlo è difficile per chiunque, a meno di non viaggiare con gli abbaglianti sparati. Ma queste sono supposizioni, ripeto, non conosco la dinamica, magari il suv viaggiava con le ruote di destra sulla corsia di emergenza, lo stabiliranno i periti e la polizia.

      • Il poveraccio indossava il giubbotto catarifrangente (vedi cronaca del tirreno)

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Banca d'Italia: chiude la sede di Pisa

  • Cronaca

    Rubano uno smartphone e in due aggrediscono la vittima sul treno: un arresto

  • Cronaca

    Gli studenti del Matteotti cucinano per i poveri e i senza tetto della città

  • Cronaca

    Istituzioni: il nuovo Prefetto di Pisa incontra il sindaco Conti e il presidente della Provincia

I più letti della settimana

  • Maltempo, neve e ghiaccio in Toscana: è allerta meteo

  • Ragazzo disperso in Arno: ricerche per tutta la notte

  • Maltempo in Toscana: estesa fino a lunedì l'allerta meteo per neve e vento

  • Spacciatori arrestati e rimessi in libertà, Salvini: "Legge sbagliata, va cambiata"

  • Centro storico, maxi-retata antidroga: chiuso anche il punto Snai di Viale Gramsci

  • Disperso in Arno, si cerca ancora: non c'è traccia del 21enne

Torna su
PisaToday è in caricamento