Montescudaio, scontro auto-pullman: muore un ragazzo

Era il fratello del 19enne trovato morto a marzo del 2016 in Piazza dei Miracoli. E' deceduto sul colpo

L'auto sulla quale viaggiava il giovane deceduto

Tragico incidente questa mattina, 5 dicembre, intorno alle 7, lungo la Strada Provinciale dei Tre Comuni tra Montescudaio e Cecina (Livorno). A perdere la vita nello scontro tra la sua auto e un autobus un ragazzo di 22 anni, Philipp Eberhard Schmidt, residente a Montescudaio. La famiglia del ragazzo era già stata segnata da un triste lutto. Philipp era infatti il fratello di Florian Gregor Schmidt, il 19enne trovato morto nel marzo 2016 in Piazza dei Miracoli a Pisa.

L'auto sulla quale viaggiava il 22enne si è scontrata con il pullman di linea finendo fuori strada. Il ragazzo è morto sul colpo e inutile è stato ogni tentativo di soccorso. Sul posto, oltre al 118, Carabinieri e Vigili del Fuoco di Cecina.

Un dolore immenso che lascia senza parole - è il ricordo dell'ex sindaco di Montescudaio Aurelio Pellegrini - un ragazzo, un amico, ha seguito in un tragico destino il fratello Florian: Philipp Eberhard Schmidt ci ha lasciati in un tragico incidente. Non ci sono parole né commenti da poter dire...solo un grande dolore vicino alla mamma e alla famiglia. Ciao Philipp...il tuo sorriso solare e il tuo ricordo saranno sempre con noi".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 13 e 14 luglio

  • Logli condannato a 20 anni: "Non è giusto, non ho fatto nulla"

Torna su
PisaToday è in caricamento