Volterra, tracciato il futuro della città: turismo, decoro e differenziata

Nell'incontro alla Casa Torre Toscano di lunedì sera l'amministrazione ha illustrato progetti ed obiettivi per lo sviluppo della città

Numeri relativi alle presenze turistiche nel 2017, aperture e chiusure delle attività commerciali, dati di raccolta differenziata e opere di riqualificazione urbana. Si è parlato di questo nel corso dell’incontro di lunedì sera 12 novembre a Casa Torre Toscano a Volterra dal titolo 'Decoro, turismo, differenziata e commercio tra presente e futuro'. "In tema di turismo - ha detto l'assessore Gianni Baruffa - stiamo lavorando molto sia con il nuovo ambito turistico sia per quanto riguarda il cineturismo, una nuova frontiera e sviluppo per la città. L’incontro è riuscito, è stato un’ottica occasione di confronto tanto da essersi concluso alle 1,15 di notte. Sono questi gli incontri che fanno crescere una comunità".

Uno studio fatto dal Centro Studi Turistici di Firenze ha evidenziato che 1 turista su 3 é influenzato dalle fiction o film nella scelta della meta del suo viaggio, per questo l’amministrazione comunale "lavorerà per aumentare la visibilità mondiale che Volterra ha acquisito per aver accolto per due stagioni il set della fiction 'I Medici'".

Per quanto riguarda la tassa di soggiorno "i proventi sono stati reinvestiti per spesa corrente (eventi e spettacoli) e investimenti (wi-fi, illuminazione pubblica, percorso Fonti San Felici)".  

In materia di commercio nel 2018 si sono registrate 8 nuove aperture di strutture ricettive a fronte di 6 chiusure; 4 nuove aperture di attività di somministrazione di alimenti e bevande (2 le chiusure); 10 i nuovi esercizi di vicinato a fronte di 4 chiusure. Nel settore è nota la direzione dell’amministrazione, in accordo con la Soprintendenza e Regione Toscana, che vuole introdurre un piano triennale di contenimento dell’insediamento di nuove attività commerciali e artigianali afferenti al settore alimentare nel centro storico.

Aumenta nei primi 9 mesi del 2018 la raccolta differenziata che tocca quota 73,87% (obiettivo 2020 è 80%). "In previsione per il periodo 2019-2020 - spiega l’assessore all’ambiente Massimo Fidi - ci sono, per mezzo di gara, l’ampliamento del porta a porta, lo spazzamento stradale manuale e meccanico, il lavaggio stradale settimanale e il ritiro degli ingombranti, oltre all’introduzione dei sacchetti dotati di microchip a partire dal 2020. Più servizi per la collettività a cui seguirà un aumento dei controlli da parte dei Vigili Urbani sul rispetto degli orari del conferimento e sul corretto conferimento della tipologia di rifiuto. L’obiettivo è sensibilizzare la cittadinanza a una maggiore e sempre più corretta raccolta differenziata".

In tema di decoro urbano in programma c’è la realizzazione del progetto San Michele che prevede l’installazione di panchine in legno e corten con fioriera, illuminazione a led con la possibilità di illuminare la facciata della chiesa anche grazie ai contributi di un bando regionale. Prossimi interventi di riqualificazione urbana riguarderanno Piazza XX settembre, Piazza Martiri e l’ara votiva di Porta a Selci.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

  • Condizioni igieniche "precarie": chiusa mensa, serviva 9 scuole in provincia di Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento