Folle corsa per sfuggire alla Polizia dopo il furto, a bordo anche due bambini

L'inseguimento è partito da Porta a Lucca, domenica alle ore 12, ed è arrivato fino ad Arena Metato. Denunciata una donna per ricettazione, fuggito il conducente

Scappano al controllo della Polizia e parte un folle inseguimento in auto. Quando vengono fermati la scoperta: a bordo c'erano anche due bambini.

E' successo oggi, 26 agosto, intorno alle ore 12. Tutto è partito da Porta a Lucca: una volante di pattuglia ha notato una Volvo scura station wagon aggirarsi intorno alle auto parcheggiate in zona stadio. Insospettiti, gli agenti hanno attivato i lampeggianti per intimare lo stop al veicolo. Il conducente dell'auto ha deciso di fuggire con una sgommata.

E' partito così l'inseguimento per le vie del centro, che è durato per circa 5 chilometri. Via Rindi, passaggio a livello e via San Jacopo, fino alla rotatoria di Arena Metato. Il malvivente ha poi proseguito verso il Serchio fino a via del Ramo di Sant'Andrea, dove ha imboccato una strada sterrata che prosegue lungo l'argine del fiume. E' qui che di colpo ha inchiodato, costringendo i poliziotti ad una manovra evasiva che per poco non faceva ribaltare la loro macchina.

Il conducente a quel punto ha aperto la portiera ed è fuggito in mezzo ai campi, riuscendo a far pardere le proprie tracce. Gli agenti si sono diretti verso la Volvo e sono riusciti a fermare l'altro occupante, una donna, seduta sul lato del passeggero. Nel veicolo, nascosti dietro ai sedili, c'erano due bambini, identificati poi come i suoi due figli di 7 e 9 anni.

Una volta fatti scendere tutti, gli operatori hanno eseguito la perquisizione dell'auto. All'interno della bauliera sono state ritrovate sei valigie: erano state da poco rubate ad alcuni turisti russi che avevano parcheggiato la propria macchina proprio in zona Porta a Lucca per una rapida visita alla Torre.

La fermata è risultata essere una rom bosniaca con regolare permesso di soggiorno, ormai stanziale a Pisa da diversi anni in un campo nomadi della città.Una volta sottoposta ai rilievi fotodattiloscopici in Questura è stata per ricettazione in concorso con persona da identificare. La Volvo è stata sottoposta a sequestro. La Polizia di Stato sta procedendo in queste ore alla restituzione delle borse trafugate ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Identificato il cadavere in Arno: è dell'anziana scomparsa da Santa Maria a Monte

  • Cadavere di una donna in Arno: recupero in corso

  • Lanciano un petardo in una paninoteca sui lungarni: titolare colpito con un pugno

  • Guardia di Finanza, nuovo bando da 66 posti: chi può partecipare

  • Danneggiamenti nelle scuole durante l'occupazione, gli studenti: "Condanniamo i vandalismi, siamo dispiaciuti"

  • Scuole occupate, 'libero' l'Itis 'Da Vinci-Fascetti': danni e devastazione

Torna su
PisaToday è in caricamento