Inseguimento a forte velocità per le vie del centro: arrestato un 20enne

La folle corsa è finita ad un incrocio, con l'auto del giovane conducente andata a sbattere contro una macchina in sosta. Il mezzo è risultato rubato. I reati contestati sono resistenza, guida senza patente, ricettazione e danneggiamento

Non si è fermato all'alt, consapevole di guidare un mezzo rubato, e da lì è iniziato un pericoloso inseguimento per le vie del centro, terminato con un incidente. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito durante l'azione, che ha coinvolto numerose strade. In manette è finito un giovane tunisino di 20 anni, accusato di resistenza a pubblico ufficiale, guida senza patente, ricettazione e danneggiamento. A bordo con lui c'era anche una ragazza italiana, solamente fermata.

Tutto è cominciato intorno alle 4 di questa mattina, quando una pattuglia dei Carabinieri ha notato una Rover procedere con andatura sospetta. All'ordine di fermarsi il conducente del mezzo ha invece accelerato verso Piazza Guerrazzi, dando il via all'inseguimento. I militari si sono affiancati alla vettura ed hanno visto distintamente il ragazzo, che per fuggire ha cercato di speronare l'auto di servizio.

La corsa è proseguita a sirene spiegate in via Giuliano da Sangallo e poi in via Barattulaia, con il conducente della Rover che provava manovre evasive, frenate e scontri per cercare di far sbandare i Carabinieri dietro di lui. I militari hanno seguito la macchina contromano in via Cattaneo fino via Emilia, piu alla rotonda di via Fiorentina si è tornati di nuovo sulle strade precedenti, via Emilia contromano, via Cattaneo e infine via Barattulaia, dove ad un incrocio il ragazzo ha perso il controllo ed è andato a sbattere contro una Ford Fiesta parcheggiata, dannegiandone la parte posteriore sinistra.

I due giovani a bordo hanno provato la fuga a piedi. La ragazza è stata subito bloccata, mentre il tunisino ha provato a nascondersi in un palazzo in costruzione (ex draga). E' stato trovato accucciato dietro la siepe di recinzione ed arrestato con l'ausilio di personale della Questura. La Rover rubata è stata restituita alla legittima proprietaria. Il ragazzo è stato processato per direttissima in mattinata, con l'udienza che è stata rinviata ad ottobre. Non è stata disposta nessuna misura cautelare e quindi il giovane è tornato in libertà in attesa del processo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 21 e 22 settembre

  • Temporali in arrivo: allerta meteo arancione su tutta la Toscana

  • Corte Sanac: inaugurato il mercato coperto di Campagna Amica

Torna su
PisaToday è in caricamento