Dialisi allagata a Cisanello: la questione approda in Consiglio Regionale

I consiglieri regionali di Sì Toscana a Sinistra, Paolo Sarti e Tommaso Fattori, chiedono l'intervento della Giunta per predisporre un trasferimento immediato del reparto. "Servono tempi certi" dicono

L'ospedale allagato

Meteo, tutte le previsioni aggiornate per il prossimo weekend

Un'interrogazione presentata in Consiglio Regionale dai consiglieri di Sì Toscana a Sinistra, Paolo Sarti e Tommaso Fattori, "per chiedere alla Giunta di attivarsi urgentemente nei confronti dell’AUO pisana per disporre un immediato trasferimento del reparto di dialisi dell’ospedale di Cisanello in locali più idonei”. Così la vicenda dei dializzati pisani, 'finiti sott'acqua' in seguito al nubifragio del 24 agosto, arriva anche in Regione.

“Attualmente il reparto - affermano i consiglieri - è situato a cinque metri sotto il livello stradale in una zona preposta, in caso di alluvione, a far defluire la piena d’acqua e contenere l’inondazione. Le piogge dello scorso 24 agosto lo hanno completamente allagato, è stata una fortuna che le sale fossero vuote, anche se ciò ha implicato disfunzioni al servizio nei giorni successivi”.

“Al di là delle generiche intenzioni espresse, la Regione deve chiedere tempi definiti e certi sul trasferimento degli attuali locali, a tutela della sicurezza dei pazienti e dell’efficienza del servizio” terminano Sarti e Fattori.

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/rassegna/previsioni-meteo-25-26-settembre-2015.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Lungarno Pacinotti: cede la paratia e precipita dalle spallette

  • Muore in bici travolto da un'auto

  • Travolto in bici da un'auto: la vittima aveva 22 anni

  • A Marina di Pisa sbarca il 'tempio' degli hamburger di qualità

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 15 e 16 febbraio

Torna su
PisaToday è in caricamento