Aeroporto: interrogazione in Regione su calo passeggeri e investimenti

A promuoverla è il consigliere regionale Andrea Pieroni

Il consigliere regionale Pd Andrea Pieroni vuole accendere i riflettori sul calo dei passeggeri dell’aeroporto di Pisa, presentando un’interrogazione in Regione. Nel testo si chiede quali siano i motivi della flessione dei passeggeri riscontrata nel 2019, come scritto nei dati di Toscana Aeroporti dei primi nove mesi dello scorso anno, dove il traffico di Pisa (4.255.589 passeggeri) scende a -1,9% rispetto allo stesso periodo del 2018 e due collegamenti (Trapani e San Pietroburgo) sono stati interrotti. Al contrario i passeggeri del Vespucci di Firenze (2.195.248, la metà di quelli pisani), aumentano del +3,4% rispetto al 2018; i dati sono risultati confermati a novembre 2019 con -1,7% del traffico di Pisa e il +4% di Firenze.

"Se il sistema aeroportuale toscano vuole diventare il terzo polo in Italia (almeno 11 milioni di passeggeri), devono essere garantiti gli opportuni investimenti per proiettare Pisa verso i 7 milioni di passeggeri" è quanto afferma Pieroni, che estende poi il pensiero ai lavoratori "dato che si stima che ogni milione di passeggeri richieda circa un migliaio di addetti tra diretti e indotto. “Rimane centrale poi - prosegue - la questione dei collegamenti ferroviari con Firenze: impiegare nuove vetture, più idonee anche ai movimenti turistici, ridurre i tempi di percorrenza e riorganizzare la tratta conciliando i collegamenti diretti con il pendolarismo. Se investiamo su Pisa quale aeroporto intercontinentale e su Firenze come city airport il Galilei e il Vespucci sarebbero davvero complementari, evitando una concorrenza deleteria che alla fine avvantaggerebbe Bologna".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dunque è opportuno sapere cosa intenda fare Toscana Aeroporti - afferma Pieroni - per valorizzare lo scalo internazionale di Pisa dal punto di vista dei voli, dei servizi e degli investimenti infrastrutturali necessari al suo potenziamento. E a che punto si trovano gli investimenti previsti, di circa 65 milioni di euro, per la qualificazione dello scalo di Pisa e come intenda attivarsi la Regione nei confronti di Toscana Aeroporti per velocizzare l’avvio degli interventi programmati. Lavori previsti per l'estate 2019, per i quali urgono rassicurazioni circa l'annunciato avvio a marzo 2020".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo di 5 anni salvato dalle sofferenze di un tumore, i genitori: "Grazie"

  • Coronavirus in Toscana, 5 nuovi casi: un decesso a Pisa

  • Sangue nella movida pisana: ragazzo colpito al volto da una bottigliata

  • Cadono dallo scooter in Fi-Pi-Li a Pisa: due feriti

  • Bambino di sei anni si perde sul litorale: ritrovato a 3 km dalla Guardia di Finanza

  • "Roberta avvistata l'estate scorsa in Liguria": Logli chiede la revisione del processo

Torna su
PisaToday è in caricamento