Ospedaletto: rotatoria intitolata alle volontarie della Cri

Il vicesindaco Bonsangue: “Un modo per celebrare degnamente l’abnegazione di queste donne”

Si è svolta sabato mattina, 9 febbraio, la cerimonia di intitolazione al 'Corpo infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana' della rotatoria tra via Meucci e via Emilia, nel quartiere di Ospedaletto, dove è stata svelata una targa alla presenza delle autorità cittadine, civili e militari. Lo aveva deciso nei mesi scorsi la Giunta comunale che, in occasione della celebrazione del 110° anno di fondazione, ha riconosciuto “l’eccezionalità delle attività svolte nel tempo dal Corpo, sempre a supporto dei sofferenti e bisognosi di aiuto, e l’opera di fondamentale ausilio svolta durante gli anni sconvolti dalle due guerre mondiali, opera che ha comportato gravi sacrifici anche in termini di vite umane”.

Dopo la cerimonia dell’alzabandiera tenutasi nella vicina sede del Comitato della Croce Rossa di Pisa sono intervenuti Raffaella Bonsangue, vicesindaco del Comune di Pisa, Antonio Cerrai, presidente del Comitato CRI di Pisa, Francesco Caponi, presidente regionale CRI, e le rappresentanti del Vertice del Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa. 

“Pisa consegue un altro primato - ha dichiarato il vicesindaco Bonsangue - intitolando, prima in Italia, una rotatoria al Corpo infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana. Un modo per celebrare degnamente l’abnegazione di queste donne che nel corso dei secoli si sono distinte per le azioni meritorie in scenari di guerra e ovunque ci fosse bisogno di assistenza medico-infermieristica. Sono sicura, è questo il mio auspicio, che quella luce accesa dalla lanterna di Florence Nightingale, l’infermiera inglese che ricevette durante la Guerra di Crimea il nomignolo di 'Lady with lamp' perché non si fermava neanche la notte per portare assistenza ai feriti, resterà accesa ancora per molti anni grazie alle volontarie di oggi e di domani”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Iniziative perfettamente inutili per giustificare i soldi che arrivano a fiumi al Comune. Tra queste spicca su tutte la Statua di Galilei che quel fulminato di Andrea Buscemi vuol piazzare in Largo Ciro Menotti tanto per giustif.i.ca.re l'ingius.tif.ic.abile compenso che gli paghiamo lautamente come assessore. Da quando si è insediata ( io l'ho votata, sia chiaro) , la Lega pensa solo ad intitolare strade a chicchessia e adornare di fiori profumati quel cesso di Stazione Centrale, presidio fisso di criminali e spacciatori. La Sicurezza, tanto annunciata, muore nel peltro di una inutile statua acchiappaquattrini o di una incomprensibile targa commemorativa. Ci manca intitolino la Stazione a Bu'ettino e poi siamo a posto.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Ghezzano, incidente nei pressi della Lidl: ferito un ciclista

  • Cronaca

    Migrante morto nel rogo in Calabria: il 29enne era stato spacciatore a Pisa

  • Cronaca

    Municipale, più agenti in centro storico: "Operazione che ricadrà sulle periferie"

  • Cronaca

    Case popolari a Sant'Ermete, il Comune: "Nessun dialogo con chi fa dell'illegalità una bandiera"

I più letti della settimana

  • Intervento chirurgico eccezionale a Cisanello: salvato paziente in gravi condizioni

  • Trascinata dall'auto del fidanzato: è grave

  • Via Cattaneo: chiusa la macelleria islamica

  • Vive in cantina, occupa una casa in Sant'Ermete e il Comune gli fa causa: "Uno dei tanti casi, servono risposte"

  • Tatuatore pisano tiene in ostaggio due persone armato di pistola e coltello: arrestato

  • 'A Silvia' e l'ispirazione poetica: quando Giacomo Leopardi ritrovò l'amore a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento