Ispezione Nas: gelati mal conservati, denunciato commerciante

Il commerciante conservava i gelati in un improvvisato seminterrato a temperatura non idonea, senza rispettare le normative igienico-sanitarie. Aveva assunto anche del personale in nero

Dopo un'ispezione, i Carabinieri Nas e il Nucleo ispettorato del lavoro hanno denunciato un imprenditore rosignanese per non aver rispettato le norme igienico-sanitarie del suo locale: conservava i gelati in un seminterrato adibito a deposito, tenendo tutti gli alimenti a temperatura non idonea per garantire la catena del freddo.

I frigoriferi non erano omologati e venivano tenuti ad una temperatura di 0° gradi, e non di -15° come richiesto per i gelati. Inoltre per la sua attività aveva del personale non regolarmente assunto. Il deposito e le attrezzature sono state sequestate, per un valore complessivo di circa 90 mila euro e generi alimentari (gelati, frati, bomboloni, cocco e bibite) per un valore complessivo di circa 10 mila euro. Per le violazioni sulle norme sul lavoro  l'imprenditore, che impiegava 5 dipendenti in nero, ha subito sanzioni per circa 10 mila euro oltre alle prescrizioni imposte. (Fonte Ansa)

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Centro storico: le barriere antiterrorismo diventano opere d’arte

  • Cronaca

    Lite alla stazione: 22enne accoltellato

  • Cronaca

    Aeroporto, denuncia Usb: "Eliminato il parcheggio per dipendenti e Vigili del Fuoco"

  • Cronaca

    Impresa in azione: la finale regionale agli studenti dell’Istituto Ferraris – Brunelleschi di Empoli

I più letti della settimana

  • San Piero a Grado, si dimentica la figlia in auto: muore bambina di un anno

  • Riglione: folla e commozione per l'addio alla piccola Giorgia

  • Bimba morta in auto, aperta un'indagine. Il sindaco: "La città è in lutto"

  • Canapisa 2018: in migliaia in città contro il proibizionismo

  • Bimba morta dimenticata in auto, Codacons: "Da anni chiediamo l'obbligo di allarmi su auto"

  • Bimba morta in auto: è il giorno dell'ultimo saluto a Giorgia

Torna su
PisaToday è in caricamento