L’ANMIL celebra la 64ᵃ edizione della Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro

Domenica 12 ottobre 2014 a Terricciola, la manifestazione della nostra provincia con la partecipazione delle massime istituzioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Anche quest’anno l’ANMIL celebrerà in tutte le province d’Italia, attraverso le proprie sedi, la 64ᵃ Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro - istituzionalizzata nel ’98 con Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri su richiesta dell’Associazione -sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, e a Firenze si terrà la manifestazione principale.


L’appuntamento con tutto il nostro territorio è per Domenica 12 ottobre a Terricciola, con il seguente programma: ore 9:15 Santa Messa nella Chiesa di San Donato; ore 11 Cerimonia civile presso il Teatro DiVino alla quale parteciperanno le seguenti autorità: il Prefetto di Pisa, il Sindaco Maria Antonietta FAIS; IL Dr Marco D'Alonzo dell'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, il Direttore dell’INAIL Giovanni Lorenzini; per l’ANMIL saranno invece presenti il Consiglio Territoriale e il presidente territoriale Maurizio Cotrupi. Presenti altre Autorità civili, militari, religiose e i sindacati.


Alla celebrazione nazionale di Firenze, ad oggi, hanno confermato la presenza: il Sindaco Dario Nardella, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti, il Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione Gabriele Toccafondi; la Presidente della Commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro del Senato Camilla Fabbri; il Presidente del CIV INAIL Francesco Rampi e il Presidente dell'INAIL Massimo De Felice.

Sono stati inoltre invitati a partecipare: il Presidente del Consiglio, il Ministro della Salute, i Presidenti delle Commissioni Lavoro alla Camera e al Senato ed i maggiori rappresentanti delle istituzioni e delle parti sociali.


In ogni celebrazione di questa giornata ci si ritroverà per confrontarsi sulle realtà socio-economiche del nostro Paese e sulla tutela che deve essere garantita alle vittime del lavoro per una più equa e adeguata assistenza - ancor oggi legata ad una normativa obsoleta che risale al Testo Unico Infortuni del 1965 e che andrebbe completamente rivista - e verrà inoltre affrontato, sia a livello nazionale che a livello locale, anche il tema della sicurezza e le iniziative più efficaci in materia di prevenzione degli infortuni sul lavoro.

Secondo l’ultimo Rapporto annuale 2013 reso noto dall’INAIL, c’è stato un calo complessivo di circa 50mila infortuni (pari a -6%) passando da circa 745.000 casi denunciati nel 2012 a 695.000 nel 2013. Mentre un dato che preoccupa particolarmente è la crescita delle malattie professionali aumentate di ben 5.500 unità, passando dalle 46.300 patologie denunciate nel 2012 alle 51.800 nel 2013 (+11,9%).

Nel corso della manifestazione verranno consegnati i brevetti e distintivi per i Grandi Invalidi del Lavoro, tra i primi nomi pervenuti, riportiamo quello di Bacciarelli Riccardo.


Per maggiori informazioni sulla Giornata: www.anmil.it

Torna su
PisaToday è in caricamento