Si gettano in Arno per sfuggire ai Carabinieri: avevano compiuto furti su camper in sosta

In manette sono finiti tre nomadi, uno è stato raggiunto a piedi mentre si rifugiava sopra ad un tetto, mentre gli altri due sono stati 'ripescati' dal fiume grazie all'intervento di un gommone dei Vigili del Fuoco

I due ladri in Arno

All’alt dei Carabinieri hanno abbandonato l’auto e si sono dati alla fuga. Nuovi particolari sul curioso episodio avvenuto sui lungarni ieri pomeriggio, quando due ladri sono stati 'ripescati' in Arno dai Carabinieri, dopo una lunga corsa sugli argini del fiume. Un terzo invece è stato raggiunto e bloccato ad alcuni isolati di distanza dopo un lungo inseguimento a piedi, mentre tentava di salire sul tetto di un’abitazione.

I tre nomadi sono finiti in manette: avevano compiuto diversi furti su camper di turisti stranieri. Recuperate e restituite ai proprietari 10 valige da viaggio contenenti effetti personali, tablet, telefoni cellulari e valori. Nei giorni scorsi erano stati denunciati a Pisa almeno 50 furti su camper e auto in sosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Residente a Pisa in quarantena: è entrato in contatto con l'uomo positivo a Pescia

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Coronavirus: in Toscana due casi sospetti positivi in attesa di validazione

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

  • Coronavirus, caso sospetto a Firenze: positivo il secondo tampone su un uomo

Torna su
PisaToday è in caricamento