Volterra, la ferita si rimargina: ad aprile riapre Piazza Martiri, a maggio la Volterrana

Procedono senza intralci i lavori sul Colle Etrusco. Meteo permettendo i vari interventi, soprattutto per quanto riguarda la viabilità, verranno portati a termine appena in tempo per l'avvio della stagione estiva. Disappunto però espresso dall'amministrazione comunale

Sopra i lavori in Piazza Martiri (foto Gazzetta di Volterra, nell'altra foto la situazione sulla SP 15

Arrivano buone notizie da Volterra, colpita da frane alle mura e nelle strade. Il 16 aprile riaprirà infatti Piazza Martiri della Libertà, dove si era verificato il crollo dello sperone di roccia, forse addirittura, tempo permettendo, con qualche giorno di anticipo rispetto al cronoprogramma. Ad annunciarlo è lo stesso sindaco Marco Buselli. Proprio in questi giorni sono in via di ultimazione gli ultimi interventi finalizzati alla definitiva messa in sicurezza e risistemazione finalizzati alla riapertura.

"La città - spiega il primo cittadino - aspetta questo momento fondamentale per poter affrontare con serenità e fiducia la stagione turistica. Proprio per poter garantire il massimo del ritorno alla normalità faremo di tutto per riaprire contestualmente anche il parcheggio sotterraneo e ripristinare il terminal dei bus della città al proprio posto. Si dovrà tornare alla normalità, anche con la riaccensione dei varchi elettronici. Il mio ringraziamento va a tutti coloro che indistintamente hanno lavorato per il raggiungimento di questo obiettivo, centrato in poco più di trenta giorni dal terribile crollo. Ringrazio l'architetto Occhipinti, i tecnici locali che dal primo momento sono stati sul posto a monitorare, Croce Rossa e Misericordia, tutto lo staff tecnico e le ditte che stanno mettendo in sicurezza l'area. Un grazie alla Regione Toscana che ci ha sostenuto economicamente ed al Governo, cui comunque chiediamo di contribuire, affinché la ricostruzione non subisca rallentamenti. Chiederò al presidente Enrico Rossi di sollecitare, insieme al Comune, lo stanziamento urgente da parte del Governo dei due milioni che ancora mancano".

 Dal 17 al 27 aprile per tre giorni, infine, verrà chiuso viale Trento e Trieste, per consentire il montaggio di una gru che servirà a portare i materiali sul luogo del primo crollo. I lavori di ricostruzione procedono, anche in corrispondenza delle mura medievali, senza rallentamenti.

VOLTERRANA. E novità importanti arrivano anche dal fronte viabilità dopo una nuova riunione che si è tenuta questa mattina a Palazzo dei Priori tra Provincia di Pisa e amministrazione comunale di Volterra per fare il quadro della situazione sui cantieri aperti dal Km 3+200 al Km 8+500 della Sp15.
All’incontro erano presenti il presidente della Provincia Andrea Pieroni, l’assessore alla viabilità Gabriele Santoni, il sindaco Marco Buselli, l’assessore comunale Paolo Moschi e i tecnici della Provincia.

Al termine della riunione Pieroni, Santoni e l’assessore Moschi hanno effettuato un sopralluogo sulla strada provinciale e hanno potuto osservare da vicino i risultati degli interventi di queste settimane.

“I lavori stanno procedendo in maniera veloce e secondo il cronoprogramma definito nella precedente riunione di due settimane fa e se il tempo ci aiuterà potremo raggiungere l’obiettivo di riaprire la strada a maggio - spiega il presidente Andrea Pieroni - gli interventi in ogni caso non si concluderanno il prossimo mese, ma proseguiranno per mettere definitivamente in sicurezza i punti interessati dagli smottamenti e dalle frane”.volterrana sp15 frana 7 aprile 2014-2
“Tutti gli sforzi di uomini e risorse del settore viabilità della Provincia in questa ultima fase di legislatura - aggiunge l’assessore Gabriele Santoni - sono destinati a questo territorio, colpito da numerose criticità geo-morfologiche, per ristabilire la normale circolazione degli autoveicoli e superare le temporanee difficoltà dei residenti e delle attività imprenditoriali della zona”.
“Con l’ultimo affidamento degli interventi al Km 3+800, previsto entro Pasqua - conclude il presidente Pieroni - saranno 4 i cantieri contemporaneamente attivi sulla provinciale 'Volterrana'. Un impegno poderoso e senza precedenti che richiederà comunque quell’attenzione più richiesta sulla messa in sicurezza definitiva del territorio su cui si sviluppa la strada provinciale”.

E se in Comune c'è soddisfazione per l'avanzamento lavori sulla Sp 15, viene espresso disappunto per gli altri punti nevralgici della viabilità. "Per quanto riguarda la programmazione viaria più in generale non siamo assolutamente soddisfatti - afferma l'assessore ai lavori pubblici Paolo Moschi - il presidente Pieroni si è rifiutato di sottoscrivere un impegno che si era precedentemente preso con il Comune e con la Fondazione Crv, riguardo non solo all'adeguamento della Sr68, ma anche per la messa in sicurezza della 439 Dir. Ancora una volta la Provincia di Pisa ha evidenziato il suo disinteresse per l’adeguamento viario di Volterra che probabilmente non è ritenuta degna di una viabilità sicura al pari del resto del territorio. Da una lettera dell'ex assessore Ceccobao ai sindaci di Volterra, Colle e San Gimignano, si evinceva come la questione dell'ammodernamento della SR 68 era fermo a causa della presa di posizione della Provincia pisana. Se qualcuno aveva ancora dei dubbi, oggi se li è potuti chiarire. Il presidente si è impegnato sulla rettifica del black point della curva di San Francesco. Attendiamo adesso atti concreti, perché dopo cinque anni di discussioni è il minimo sindacale accettabile".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento