Appalti, lavoro sottopagato e non sicuro: "C'è un caso Avr che si finge di non vedere"

Il consigliere comunale di Ucic-Prc Auletta chiede l'audizione dei lavoratori in Commissione consiliare. A novembre esposto in Procura del sindacato Usb sulle condizioni di lavoro dei dipendenti

Immagine di archivio

"L'organizzazione a basso costo messa in atto dall'azienda e il non rispetto delle vigenti normative di igiene e sicurezza sul lavoro fa sì che i dipendenti, nell'espletamento delle loro funzioni, siano un pericolo per se stessi e per gli altri". Così scrive l'Unione Sindacale di Base nell'esposto fatto alla Procura della Repubblica lo scorso novembre circa i problemi che da alcuni mesi andrebbero avanti presso Avr, l'azienda che si occupa di pulizia urbana e raccolta rifiuti per conto di Geofor nell'area pisana. 

Fin dallo scorso maggio il sindacato aveva acceso i riflettori sulle due sedi di Ospedaletto e Navacchio. Adesso sul tema si espone anche il gruppo in Consiglio Comunale Una Città in Comune-Rifondazione Comunista, che stamani 1° febbraio si è voluto unire alla denuncia portando anche la testimonianza di alcuni lavoratori. "A nostro giudizio c'è un vero e proprio 'caso Avr' - ha detto il consigliere Ciccio Auletta - con l'appaltante pubblica Geofor ed il Comune che, facendo finta di nulla, sviluppano la raccolta porta a porta ma sulla pelle dei lavoratori".

Al centro della questione il sistema degli appalti: "A luglio 2016 - hanno spiegato i lavoratori - noi che eravamo nella ditta Cft siamo passati in Avr con il nuovo appalto, si parla di circa 90 persone. Ci è stato applicato il contratto multiservizi, che rispetto a quello nazionale Fise già significa 300 euro in meno al mese. Le differenze in negativo rispetto chi era già in Avr si estendono poi a buoni pasto, dotazioni e lavaggio degli indumenti di servizio, ore di lavoro".

L'Usb riporta nell'esposto una serie di criticità rilevanti. Fra queste c'è il parco mezzi, che "effettuando un piccolo controllo, si vedrebbe che non è idoneo alla circolazione stradale". Si parla di "mezzi privi di una qualsiasi manutenzione, gomme completamente lisce, non funzionamento dell'impianto frenante, mancanza di segnalatori di direzione o fari di illuminazione". Inoltre "nel cantiere di Ospedaletto l'impianto di lavaggio mezzi è obsoleto e non consente la corretta sanificazione dei mezzi, oltre che essere posizionato in loco dove i dipendenti passano abitualmente, calpestando la melma prodotta". A Navacchio perfino "il cantiere è sprovvisto di impianto lavaggio, quindi i mezzi non vengono né lavati né sanificati, creando un vero e proprio rischio biologico per i dipendenti e la cittadinanza".

L'esposto in Procura riporta anche che "il personale, in particolare a Navacchio, viene utilizzato per più turni lavorativi nella solita giornata, quotidianamente e soprattutto per il personale a tempo determinato; i dipendenti vengono obbligati a lavorare per più di 12 ore giornaliere, non rispettando le normative vigenti sull'orario di lavoro ma soprattutto mettendo i lavoratori in grave pericolo in considerazione del lavoro svolto e della stanchezza accumulata".

"Stiamo parlando di un'azienda che opera nei 6 comuni dell'area pisana - ha insistito Auletta - e che sfrutta i contratti a tempo determinato per fare pressioni e far stare i lavoratori al loro posto. Per questo chiediamo nei Consigli Comunali in cui siamo presenti, Pisa, San Giuliano e Vecchiano, che siano sentiti nelle Commissioni competenti i lavoratori, al fine di promuovere i necessari controlli e le relative azioni".

Chiude con una nota politica il consigliere: "Si tratta degli effetti perversi del Jobs Act e delle politiche sul lavoro fatte dal Governo Renzi e dal Partito Democratico a cui l'azienda fa massicciamente ricorso per risparmiare pesantemente sul costo del lavoro. Si tratta di una discriminazione intollerabile, per cui lavoratori della stessa ditta che svolgono le stesse mansioni percepiscono salari di gran lunga diversi. La nostra prima battaglia mira a rimuovere questa ingiustizia, imponendo ad Avr di applicare a tutti i propri dipendenti il contratto migliore dal punto di vista economico e dei diritti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Principio di incendio al Centro dei Borghi: evacuato

  • Lavoro: 16 assunzioni alla SEPI

  • Ciak si gira: a Pisa il via alle riprese della seconda stagione de 'L'amica geniale'

  • Si schianta con lo scooter contro un'auto: muore 21enne bagnino

  • Maltempo in Toscana: in arrivo piogge e temporali

  • Ragazzo cade dalle spallette sui lungarni

Torna su
PisaToday è in caricamento