Licenziamenti Camp Darby: arrivate le impugnazioni in Usa

Sono arrivate a destinazione, alla Casa Bianca, le prime lettere di impugnazione di licenziamento presentate dai dipendenti di Camp Darby che non hanno accettato il trasferimento

Le impugnazioni dei licenziamenti sono arrivate a destinazione. Lo rivela Vittorio Salsedo, segretario provinciale di Fisascat Cisl, in possesso della ricevuta di ritorno della lettera inviata al presidente Barack Obama. La sorte dei 34 dipendenti che non hanno accettato il trasferimento, e dei 12 a giudizio del comando di Camp Darby, è legata anche a questa azione giudiziaria.

"Alla Casa Bianca - spiega Salsedo - è stata anche spedita la convocazione in tribunale a Pisa per l'udienza fissata il prossimo 27 settembre, quando il governo degli Stati Uniti dovrà rispondere di comportamento antisindacale nella gestione della vicenda degli esuberi alla base-satellite di Vicenza. Se il giudice del lavoro Elisabetta Tarquini darà ragione alle motivazioni della Cisl, i licenziamenti che sono in ottemperanza all'articolo 28 dello statuto dei lavoratori, non potranno essere applicati da ottobre".
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Palio di Buti: La Croce torna a vincere dopo 18 anni

    • Incidenti stradali

      San Miniato, scontro tra due auto: quattro feriti

    • Cronaca

      Vettovaglie, spacciano droga: arrestati due ragazzi di 19 anni

    • Cronaca

      Via Matteucci: in protesta armate di scope e volantini

    I più letti della settimana

    • Foro di San Giuliano: un morto nello scontro auto-furgone

    • Incidente stradale fra Cenaia e Perignano: morta una 72enne

    • Incidente stradale lungo l'Aurelia a Migliarino: un ferito

    • Facebook, Nina Moric accende la rivalità fra Pisa e Livorno: "La Torre attira turisti, l'altra le sardine"

    • Vicopisano, cade di bicicletta e sbatte il viso: soccorsa con Pegaso

    • Palazzo Gambacorti in lutto: muore dipendente comunale

    Torna su
    PisaToday è in caricamento