Licenziamenti Camp Darby: arrivate le impugnazioni in Usa

Sono arrivate a destinazione, alla Casa Bianca, le prime lettere di impugnazione di licenziamento presentate dai dipendenti di Camp Darby che non hanno accettato il trasferimento

Le impugnazioni dei licenziamenti sono arrivate a destinazione. Lo rivela Vittorio Salsedo, segretario provinciale di Fisascat Cisl, in possesso della ricevuta di ritorno della lettera inviata al presidente Barack Obama. La sorte dei 34 dipendenti che non hanno accettato il trasferimento, e dei 12 a giudizio del comando di Camp Darby, è legata anche a questa azione giudiziaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Alla Casa Bianca - spiega Salsedo - è stata anche spedita la convocazione in tribunale a Pisa per l'udienza fissata il prossimo 27 settembre, quando il governo degli Stati Uniti dovrà rispondere di comportamento antisindacale nella gestione della vicenda degli esuberi alla base-satellite di Vicenza. Se il giudice del lavoro Elisabetta Tarquini darà ragione alle motivazioni della Cisl, i licenziamenti che sono in ottemperanza all'articolo 28 dello statuto dei lavoratori, non potranno essere applicati da ottobre".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 252 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento