Licenziamenti Camp Darby, verso una soluzione: personale ricollocato

Grazie all'approvazione al Senato del fondo della legge 244 del 2007 per la ricollocazione nei ruoli della P.A. del personale italiano licenziato dai comandi USA e NATO, i lavoratori potranno guardare al futuro con maggior fiducia

Soddisfazione della Provincia di Pisa per l’approvazione al Senato del fondo della legge 244 del 2007 per la ricollocazione nei ruoli della P.A. del personale italiano licenziato dai comandi USA e NATO.

Una notizia positiva che apre la strada alla soluzione dell’emergenza occupazionale dei 32 dipendenti di Camp Darby che hanno ricevuto una lettera di licenziamento il 30 maggio 2012, e per i quali la Provincia di Pisa è stata dal primo momento attiva nell’individuare percorsi di ricollocamento lavorativo.

“Lavoratori e famiglie possono tirare un sospiro di sollievo dopo un anno di comprensibile preoccupazione - afferma il presidente della Provincia di Pisa - grazie all’attenzione del Governo e al lavoro di sensibilizzazione che la Provincia di Pisa ha messo in atto, anche nei confronti dell’ambasciatore americano in Italia, raccogliamo questo risultato che consentirà ai lavoratori di guardare al futuro con ottimismo, in considerazione del fatto che la norma in questione, che dopo l’approvazione al Senato passerà alla Camera, prevede un’assegnazione prioritaria dei lavoratori agli uffici giudiziari del Ministero della giustizia collocati nel territorio provinciale o regionale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ stata avviata la strada che auspicavamo - conclude Pieroni - e ci auguriamo che sia percorsa nel modo più celere possibile poiché ne andranno a beneficiare anche gli stessi uffici giudiziari, notoriamente sofferenti per carenza di personale”.

SITUAZIONE. I 32 dipendenti di Camp Darby hanno ricevuto lettera di licenziamento il 30 maggio 2012 e sono usciti dalla base il 30 settembre 2012 terminando la loro prestazione lavorativa. Coloro i quali avevano meno di 50 anni di età, hanno percepito la disoccupazione fino al 31 maggio 2013, gli altri fino al 30 settembre 2013. Adesso sembra che la drammatica situazione dei lavoratori sia proprio a un passo dalla soluzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, approvato il decreto scuola: ecco cosa cambia

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • In Toscana scatta l'obbligo delle mascherine: chi deve indossarle e in quali occasioni

  • Emergenza Coronavirus: distribuzione di mascherine a domicilio per i cittadini pisani

  • Coronavirus, i balneari pisani attendono con fiducia la bella stagione

  • Coronavirus: 175 nuovi casi in Toscana, il numero dei guariti supera i deceduti

Torna su
PisaToday è in caricamento