Violenta lite in un locale del centro: feriti due ragazzi

La Polizia è riuscita a risalire ai responsabili. Alla base dell'alterco ci sarebbero futili motivi

Violenta lite la notte scorsa, tra mercoledì 4 e giovedì 5 marzo, in un locale del centro di Pisa.
Sul posto, intorno alle 3.30, è intervenuta la Polizia di Stato. Gli agenti hanno trovato all'esterno del pubblico esercizio due ragazzi provenienti da Lucca che riferivano di avere riportato alcune lesioni poiché aggrediti da due persone all’interno del locale.
I due sono stati così accompagnati al pronto soccorso in ambulanza.

Attraverso le descrizioni ottenute, la Polizia ha individuato e identificato a poca distanza dal locale, mentre stavano salendo su un’auto, i due giovani indicati quali autori dell’aggressione. Questi ultimi, residenti a Pisa, sono stati condotti in Questura per gli accertamenti del caso insieme ad altri avventori, amici dei due feriti, il tutto allo scopo di ricostruire l’accaduto che, dai primi accertamenti, sembra essersi verificato per futili motivi.
I due giovani feriti sono stati dimessi dal pronto soccorso con prognosi di tre giorni per le ferite riportate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Consegna a domicilio di cocaina: in manette due fratelli pusher

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 19 nuovi casi, ultimo paziente in terapia intensiva

Torna su
PisaToday è in caricamento