Accusa il fratello della morte del gatto e lo minaccia con il fucile

E' successo nel comune di San Giuliano Terme. L'uomo è poi fuggito con l'arma ritrovata a casa di un amico

(foto di repertorio)

Un'accesa lite tra due fratelli che ha reso necessario l'intervento della Polizia lunedì sera, 18 giugno, a San Martino Ulmiano, nel comune di San Giuliano Terme. Secondo quanto riferito agli agenti da uno dei due litiganti, il fratello lo avrebbe aggredito dopo avergli contestato la responsabilità della morte del suo gatto e nel garage dell’abitazione avrebbe poi preso una carabina, detenuta illegalmente, minacciando il fratello e la madre. Ne è così scaturita una colluttazione tra i due alla fine della quale l'uomo, armato di fucile, è fuggito prima dell'arrivo della Polizia.

Sono iniziate così le ricerche che hanno permesso di ritrovarlo la mattina seguente senza però l'arma. Le indagini della Squadra Mobile sulle frequentazioni del soggetto, conosciuto a diversi uffici di Polizia, e la paziente opera di mediazione degli operatori dell’UPGSP hanno permesso nel giro di poche ore di rintracciare un terzo uomo, al quale era stata consegnata la carabina.

Pertanto raggiunta l’abitazione del terzo uomo nel quartiere di Gagno a Pisa, gli agenti lo hanno invitato a consegnare l’arma detenuta illegalmente. Dopo un primo attimo di titubanza, e dopo averne negato in un primo momento il possesso, l’uomo ha condotto gli agenti presso un garage di pertinenza del suo appartamento. Qui ha indicato un bustone di plastica di colore nero, affermando che all’interno vi era un fucile che la sera prima gli era stato consegnato dal suo amico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Recuperata e sequestrata l’arma i due sono stati segnalati all'Autorità Giudiziaria per i reati di minacce aggravate, detenzione e porto abusivo di armi, ricettazione e favoreggiamento personale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua potabile, dal 1° luglio scatta il divieto di uso improprio

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica a Pisa

  • Piazza delle Vettovaglie: steward colpito in testa da una bottigliata

Torna su
PisaToday è in caricamento