mercoledì, 16 aprile 4℃

Luminara di San Ranieri, il Pdl: "Il centro? Una discoteca a cielo aperto"

Il capogruppo Giovanni Garzella apre la polemica sul tradizionale evento del Giugno Pisano che ha visto la partecipazione di oltre 100 mila persone. "In Piazza San Paolo è successo il finimondo" dice

Redazione19 giugno 2012
8

Una notte della Luminara decisamente troppo rumorosa. Questo il parere del capogruppo Pdl in consiglio comunale Giovanni Garzella che oggi, in 1° Commissione Consiliare Permanente, durante l'analisi del regolamento sul rumore, ha chiesto che non si verifichi più una situazione del genere.

"E' venuto il momento di dire basta all'uso improprio della nostra città - afferma Garzella - durante la Luminara di San Ranieri in Piazza San Paolo è successo il finimondo, una vera e propria discoteca all'aperto che ha impedito il godimento della serata a chi frequentava quel lungarno e anche quello opposto. E' inaccettabile che non si sia provveduto ad un intervento massiccio delle forze dell'ordine per impedire tutto questo".

Dunque in mezzo ad un'atmosfera di festa e magia, con i fuochi a illuminare il centro storico adornato dai caratteristici lumini, si sono alzati un pò troppo i decibel, a detta dell'esponente del Pdl.
"Chiedo al prefetto, al questore e al sindaco di provvedere per quanto di loro competenza per impedire l'uso improprio della città - sottolinea Garzella - infatti l'episodio di San Paolo è stato quello più clamoroso, ma anche in Piazza Vettovaglie, Piazza dei Cavalieri e Piazza Dante molti hanno violato le regole basilari di convivenza ed il personale impiegato non è riuscito ad impedire competamente le violazioni delle leggi durante tutta la notte. Nelle prossime settimane cercheremo di capire quanto e come sono state impiegate le forze dell'ordine e quali sanzioni hanno emesso. Ora basta - conclude - chi viola fraudolentemente le regole di convivenza deve essere punito inasprendo le sanzioni amministrative".

Annuncio promozionale

 

Centro Storico
luminara

8 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Riccardo

    Riccardo Povera Pisa !!!

    Quella che è stata da sempre la festa più bella, dove il riverbero dei lampanini sulle acque dell'Arno e il lento passeggiare delle persone sui Lungarni, assorte nell'ammirare quella magica semplicità, ci facevano vivere le ore che ci separavano dei fuochi in pace e serenità, si è trasformata in qualcosa che con la Luminara non ha niente a che vedere. E' con enorme tristezza che ho visto Pisa letteralmente violentata in quella che invece doveva essere la sua festa più intima e tranquilla. Accanto al fiume, quello vero, scorreva un altro fiume fatto di alcol e di rumore. Strade e piazze ridotte a letamai, vicoli usati come urinatoi e vomitatoi. No, quella non la possiamo chiamare Luminara di San Ranieri. Forse il termine più appropiato è Caciara ... e San Ranieri lasciamolo riposare ignaro nel Duomo, che è meglio.

    E pensare che un tempo, l'unica preoccupazione era quella che il vento non spengesse i lumini ...

    il 22 giugno del 2012
  • Avatar di Paola

    Paola Fare "casino" fino alle 4 il giorno della Luminara, sarebbe violare le legge? Son d'accordo sul fatto che non si debba esagerare ma mi sembra che i cittadini e i politici siano un po' troppo intolleranti nei confronti dei giovani. Pisa è una città di studenti universitari e sono soprattutto loro a far girare l'economia. Ogni volta si sentono solo lamentele.
    Se per un giorno si eccede un po', penso che si possa sopportare senza sollevare polemiche inutili.

    il 20 giugno del 2012
    • Avatar anonimo di kinzika

      kinzika sono daccordo con Paola, una volta ogni tanto la cosa è gradita (ah, ho 40 anni non sono ne studentessa ne alcolizzata), se penso che qui non è consentito nemmeno vedere un grande evento come può essere semplicemente un concerto allo stadio come in ogni altra città d'italia la sera della luminara vedere tutta quella vita in ogni piazzetta mi ha fatto un gran piacere e basta. A volte i miei concittadini mi sanno solo di vecchi brontoloni.

      il 20 giugno del 2012
    • Avatar di Francesca

      Francesca Ritrovare le strade piene di cocci di bottiglia, sporcizia varia, gente che si azzuffa vomita e orina per strada è eufemisticamente fare "casino". Per la gente civile è vandalismo e maleducazione. Uno si puo' divertire anche fino alle sei del mattino ma nel rispetto del bene comune e delle regole della convivenza civile. Alla fine non si tratta nè di studenti fuori sede, in sede, pisani lavoratori, turisti o extracomunitari, si tratta di educazione e una parte dei presenti ne è stata totalmente priva.

      il 20 giugno del 2012
      • Avatar di Francesca

        Francesca Non pago 600 euro di imu come prima rata per veder vandalizzata l'area circostante casa mia. Che non ci sia un modo civile per divertirsi mi sembra proprio un assurdo. Una cosa sono gli schiamazzi e la musica di una serata, il resto è tutta un'altra cosa

        il 22 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di simona

    simona La città vestita a festa fa sempre un gran bell'effetto, non si può negare. La questione su cui nessuno vuole riflettere è il fatto che certi eventi vadano organizzati in modo tale da piacere a tutti, non solo a chi vuole la discoteca in centro!!!! Cioè giovani dai 12 ai 30anni. La musica ad alto volume è durata ben oltre le 4 del mattino circa, DICO 4 DEL MATTINO.
    Pisa è passata dalla veste dorata dei lumini a quella della discarica in pochi minuti... abito in centro da sempre e mi è venuta la nausea per certi eventi. la stessa amministrazione che li promuove non sa gestirli.
    I soldi spesi per l'allestimento si aggiungono a quelli usati per la pulizia della città e la raccolta dei rifiuti
    Dal Tirreno:
    "Dopo la Luminara di sabato, task force subito al lavoro per la pulizia delle strade. Dalle 4 del mattina fino a mezzogiorno 35 uomini di Pisamo e Avr hanno raccolto circa 200 quintali di rifiuti, impiegando 8 mezzi: 2 scarrabili dotate di presse, 1 compattatore e 5 spazzatrici.

    Inoltre c'è stato un grande dispiegamento delle forze dell'ordine per permettere lo svolgimento al meglio della Luminara. Tutti in servizio i vigili urbani: 60 gli uomini impiegati nel pomeriggio e 80 nella notte, per un'attività soprattutto di prevenzione e di gestione della mobilità. In collaborazione con la polizia di Stato e con l'Arma dei carabinieri.

    Giro di vite e controlli anche sulla vendita abusiva di alcolici: dopo i fuochi, tra via Ulisse Dini e piazza dei Cavalieri, sequestrate 96 bottiglie di vetro con i venditori abusivi che fuggivano alla vista dei vigili urbani. Per assicurare l'assistenza sanitaria dalle 20 fino alle 5 del mattino sono stati 120 gli uomini impiegati tra volontari e personale del 118, protezione civile, Croce Rossa, Misericordia, Pubblica Assistenza, vigili del fuoco."
    Fate voi.....

    il 20 giugno del 2012
  • Avatar di Francesca

    Francesca Concordo con gli esponenti del Pdl. Ho camminato su cocci di bottiglie rotte (ponte solferino) in barba alle norme del comune, gente che vomitava e si picchiava in piazza dante, che espletava le proprie funzioni fisiologiche all'aria aperta. Al che mi domando? Quanto costa una birra? Quante birre servono per far ubriacare uno di questi giovinastri ? Da dove li prendono i soldi? Più che la polizia io metterei la finanza a fare le pulci a questi personaggi che hanno da buttare soldi e vita, oltre che rovinare la festa agli altri.

    il 19 giugno del 2012
  • Avatar anonimo di Marco

    Marco Non volete discoteche a cielo aperto in mezzo alla città? Bene, le soluzioni possibili sono 2:

    A - spostate i grandi eventi fuori città
    B - cotruite discoteche al chiuso

    il 19 giugno del 2012