giovedì, 21 agosto 20℃

Luminara: sicurezza e ordine pubblico promossi a pieni voti

Vigili tutti in servizio per prevenzione, controlli e gestione della mobilità. Assistenza sanitaria: 45 interventi soprattutto per abuso di alcolici, nessuna grossa rissa segnalata. E dopo la festa al lavoro per la pulizia

Redazione 18 giugno 2012

Un bilancio positivo quello della Luminara 2012, non solo dal punto di vista delle presenze ma anche sul fronte dell'ordine pubblico e della sicurezza.

Ordine pubblico. Grande dispiegamento delle Forze dell'ordine per permettere lo svolgimento al meglio della Luminara. Tutti in servizio i Vigili Urbani: 60 gli uomini impiegati nel pomeriggio e 80 nella notte, per un'attività soprattutto di prevenzione e di gestione della mobilità.
In collaborazione con la Polizia di Stato e con l'Arma dei Carabinieri. Giro di vite e controlli anche sulla vendita abusiva di alcolici: dopo i fuochi tra via Ulisse Dini e piazza dei Cavalieri sequestrate 96 bottiglie di vetro con i venditori abusivi che fuggivano alla vista dei Vigili.

Sicurezza. Per assicurare l'assistenza sanitaria dalle 20 fino alle 5 di notte sono stati 120 gli uomini impiegati tra volontari e personale del 118, Protezione Civile, Croce Rossa, Misericordia, Pubblica Assistenza, Vigili del Fuoco. Con 20 ambulanze, 2 gommoni sull'Arno e 13 presidi dislocati in centro e segnalati su un'apposita locandina distribuita in tutta la città. Nessuna grossa rissa segnalata: sono stati 45 gli interventi effettuati, la maggior parte (30) per uso eccessivo di alcolici, 10 per lievi malori e 5 per lievi ferite da caduta.

Dopo la Luminara task force subito al lavoro per la pulizia delle strade. Dalle 4 di mattina fino a mezzogiorno 35 uomini di Pisamo e AVR hanno raccolto circa 200 quintali di rifiuti, impiegando 8  mezzi: 2 scarrabili dotate di presse, 1 compattatore e 5 spazzatrici.

E i complimenti per la buona organizzazione del grande evento arrivano anche dal neo prefetto Francesco Tagliente. "Il prefetto di Pisa, al termine delle celebrazioni della Luminara di San Ranieri, ha espresso vivo apprezzamento al sindaco Marco Filippeschi, complimentandosi per la puntuale ed perfetta organizzazione della manifestazione che si è svolta sui lungarni - si legge in una nota della Prefettura - la Luminara,  ha sottolineato il Prefetto, ha costituito una espressione suggestiva di una delle tradizioni culturali, religiose e popolari più antiche e conosciute del territorio nonché  'biglietto da visita' di una città aperta, accogliente e pronta a valorizzare il proprio patrimonio. Analogo apprezzamento - conclude la nota - è stato rivolto al questore, ai vertici delle forze dell’ordine e dei corpi di Polizia, al personale sanitario, sia per l’ottimale gestione dei servizi di ordine e sicurezza pubblica, sia per l’impegno e lo spirito di servizio profuso, che hanno consentito che la manifestazione si potesse svolgere in condizioni di assoluta sicurezza".

INTERVENTI DI POLIZIA

Alcuni borseggi a danno dei tanti spettatori della Luminara di San Ranieri non sono mancati neppure quest'anno. L’oscurità e la ressa sui lungarni favorisce, si sa, i malintenzionati. In occasione di questa edizione la Questura di Pisa aveva comunque predisposto un eccezionale servizio di prevenzione e repressione dei reati predatori e dei comportamenti connessi all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti.
Gli interventi della Polizia sono iniziati sin dal mattino e dalle prime ore del pomeriggio. Le pattuglie della Polizia hanno localizzato, nella zona del parcheggio scambiatore e del Duomo, diversi gruppetti di giovanissimi zingari, provenienti da altre città. Una volta identificati ed accertato che non vi sono lecite ragioni che giustificavano la loro presenza in città, sono stati rimessi sui treni ed avviati alle località di provenienza.

Alle 23,30 è giunta una segnalazione per borseggio sul ponte Solferino.
Nella vicina Piazza Solferino c’era un presidio di agenti che incontrano la vittima derubata. Alcuni testimoni hanno indicato una bambina, in compagnia di altri minorenni, responsabile del fatto. Gli agenti hanno così individuato una intera famiglia composta da padre, mamma, tre figli sotto i 10 anni ed altre due sorelline neonate in un passeggino gemellare. I bambini corrispondevano alle descrizioni e mentre gli agenti invitavano la famiglia ad un controllo, nelle immediate vicinanze i poliziotti hanno rinvenuto il portafoglio asportato poco prima ad una giovane ragazza cascinese di 23 anni, che stava assistendo alla Luminara con alcuni suoi amici. E sono stati proprio gli amici a fornire elementi utili per ascrivere la responsabilità del fatto alla bambina di nove anni vista materialmente sottrarre il portafoglio dalla borsa.
Il portafoglio ritrovato, con tutto il suo contenuto di denaro e documenti, mancante solo di una piccola somma di denaro di circa dieci euro, è stato così restituito alla proprietaria.
La Polizia ha denunciato i genitori per il reato di furto aggravato in concorso.

Sempre nella nottata personale delle Volanti ha controllato un’autovettura nel parcheggio sterrato dell’ospedale di Cisanello. A bordo vi erano tre giovani. All’interno del veicolo veniva rinvenuto un involucro di polvere colore bianco. La polvere, analizzata dalla Polizia Scientifica, corrispondeva a 0,4 grammi di cocaina, immediatamente sequestrata. Al proprietario dell’auto è stata ritirata immediatamente la patente di guida e sequestrata l’autovettura.

 

Annuncio promozionale


 

Centro Storico
luminara

Commenti