Maltempo, nubifragio in città: danni agli alberi per 10mila euro

Gli interventi proseguiranno anche nei prossimi giorni per monitorare gli alberi pericolosi. Comune e Università stanno inoltre realizzando uno studio per valutare in maniera approfondita il rischio caduta degli alberi che si trovano vicino alla strada

Foto d'archivio

Il forte temporale che si è abbattuto nella giornata di lunedì 10 agosto, con piogge abbondanti e violenti colpi di vento, ha causato danni per circa 10mila euro al patrimonio arboreo del comune di Pisa. La Protezione Civile, insieme ad Avr, Eurambiente, Pisamo, Polizia Municipale, Vigili del Fuoco, Anpas e Pubblica Assistenza, ha monitorato e coordinato costantemente la situazione, intervenendo dove necessario per rimuovere alberi e rami dalle strade e per evitare conseguenze peggiori. Un lavoro che è continuato anche ieri e che proseguirà nei prossimi giorni con il monitoraggio e la rimozione di rami e alberi giudicati pericolanti.

GLI INTERVENTI REALIZZATI. Sul viale delle Piagge lunedì sono caduti due tigli che sono stati rimossi. Ieri è intervenuta la ditta Eurambiente, che cura il global del verde del comune, per rimuovere un altro tiglio pericolante (la strada è stata chiusa la mattina per consentire l’intervento).

In via Le Rene a Coltano lunedì sono stati rimossi gli alberi caduti sulla strada, e successivamente verranno rimossi gli altri caduti nei campi o nelle aree libere. Rimossa anche un’acacia caduta in Largo Marinai d’Italia e un liquidamba a Ospedaletto. Nei prossimi giorni verranno rimossi un olmo sulla Golena del viale delle Piagge e un ligusto in via Rainaldo.

Numerosi interventi anche per rami pericolanti: già effettuati in via Isola di Giannutri (molti rami) e via dell’Aeroporto, programmati in via Aldo Moro (una branca di acero), via Sirtori (2 grossi rami), Piazza Giusti (2 grossi rami di pino), via Vivoli (rami di pino), via Michelangelo (2 rami di pino), via Gronchi (ramo di pioppo), via San Jacopo (ramo di pino).

STUDIO CON L'UNIVERSITA'. Il Comune inoltre, insieme all’attuale gestore del global service e all’Università di Pisa, sta effettuando uno studio specifico per valutare il rischio per le alberature stradali. Le piante saranno divise in base all'effttivo pericolo di caduta (basso, medio e alto).

A seguire sarà redatto uno studio di fattibilità che prevede il taglio degli alberi su sede stradale classificati a rischio alto e che saranno sostituiti con alberi compatibili con la presenza urbana. Per ogni albero rimosso ne saranno piantati due. Una volta pronto, lo studio sarà illustrato e discusso con i cittadini tramite i Ctp o con altri strumenti su cui deciderà l’Amministrazione comunale.

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Come far risaltare l'abbronzatura a fine estate: 4 semplici consigli

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

Torna su
PisaToday è in caricamento