Maltrattamenti all'asilo, Latrofa ai genitori: "Intollerabile che la maggioranza non chieda scusa"

Il capogruppo di 'Pisa nel cuore' ha scritto una lettera ai genitori dei bambini destinatari delle violenze delle maestre, condannando il modo di agire della maggioranza. Ecco la relazione di Latrofa e Nerini

In risposta alla lettera scritta dai genitori dei bambini che hanno subito maltrattamenti nell'asilo pisano, riceviamo e pubblichiamo la lettera di Raffaele Latrofa, capogruppo della Lista 'Pisa nel cuore':

Carissimi genitori,

Ho ricevuto la lettera che esprime con grande sincerità e calore i vostri sentimenti attuali.
Vi scrivo prima di tutto per manifestare tutta la mia vicinanza umana di cittadino, di padre di famiglia e anche di politico locale.

Come politico, nonostante tutte le battaglie che ho fatto, sto facendo e farò, su questa vicenda, mi sento in obbligo di fare ciò che fino ad oggi non è stato fatto da chi ne aveva strettamente il dovere: vi chiedo SCUSA a nome dell'Istituzione della quale, seppur in minoranza, faccio parte.
Vi scrivo anche perché è necessario che sia fatta chiarezza, è necessario che venga alla luce la verità, è necessario, soprattutto, che ciascuno tra noi politici si prenda le proprie responsabilità. 


La Commissione di controllo è stata portata avanti per molti mesi, con grandi difficoltà iniziali perché i partiti di maggioranza intendevano non farci trattare l'argomento in quella Commissione.
Abbiamo ascoltato tutti coloro che ci è stato consentito ascoltare, io in ogni sede ho da sempre espresso una posizione nettamente opposta a quella della maggioranza nel giudizio di merito sulle tragiche vicende.
Come lista 'Pisa nel cuore' abbiamo portato avanti una mozione popolare, che verrà presto discussa in Consiglio Comunale, riguardante l'istallazione di telecamere negli asili nido e nei luoghi che ospitano disabili e persone anziane indifese.
Abbiamo, successivamente, portato questa battaglia a livello parlamentare, dove oggi è presente un disegno di legge, presentato alla Camera e già passato in commissione, che prende tragicamente spunto dall'episodio del nido Montessori.
Ho personalmente fatto emergere e denunciato, con articoli, conferenze stampe e interrogazioni consiliari l'evento della bambina fuggita dall'asilo, rimasto nascosto ai Pisani prima del mio intervento.
Successivamente, ho personalmente scoperto e portato alla luce dei quotidiani locali e in Consiglio Comunale, dove mi si voleva impedire di discuterla, la vicenda dei premi ai dirigenti sostenendo che era scandaloso che la dirigente Nassi risultasse prima classificata e premiata.
Come avrete capito, leggendo i giornali, le risposte della Giunta sono state imbarazzanti. 

Tornando alla Commissione di controllo, il 22 aprile Garzella scrisse una prima relazione che ebbe tre soli voti favorevoli (Garzella Nerini e Latrofa) che rimandava ad una comunicazione del Sindaco in Consiglio. Noi però volevamo che la Commissione andasse avanti e si ascoltassero Assessore e dirigenti e così abbiamo fatto.
È così è stato fatto per mesi. Una volta ascoltato tutti siamo arrivati alla votazione delle relazioni.
La prima votata è stata quella che scorrettamente il PD ha pubblicato sui giornali.
Io come "Pisa nel cuore", Maurizio Nerini come "Noi adesso Pisa", Zuccaro come "Movimento cinque stelle" e Landucci come "gruppo misto" abbiamo votato contrario mentre Giovanni Garzella come "Forza Italia-Pdl" si è astenuto.
Successivamente è stata presentata a firma mia come "Pisa nel cuore" e di Maurizio Nerini come "Noi adesso Pisa" un'altra relazione che è stata emendata dalla Zuccaro del "Movimento cinque stelle" ed è stata così votata: 
favorevoli: Latrofa Nerini e Zuccaro
astenuti: Landucci e Garzella
contrari : Gallo del PD, Ventura della "lista civica Ghezzi" e Di Stefano dei "riformisti per PISA"

Questa è la verità. 

Il contenuto esatto della nostra relazione non è attualmente in mio possesso perché l'emendamento della consigliera Zuccaro è stato scritto a mano e non ci è stato ancora trasmesso; ma domattina saremo in grado di prendere la nostra relazione e pubblicarla dappertutto perché si sappia la verità, ma soprattutto si sappia chi, in questa città, la pensa in un modo e chi la pensa in un altro. 

Dico di più: pubblicherò su Facebook (unico luogo gratuito dove c'è la libertà di diffondere le proprie opinioni) tutti i file audio con i miei interventi in modo che chi vorrà potrà ascoltare quello che ho detto, come lo ho detto e con quali motivazioni l'ho detto. 

Scrivo questo perché ho tre bambini di cui una al nido, pertanto capisco profondamente le ragioni delle vostre sofferenze, indignazioni, arrabbiature e penso, come dico dal primo giorno, che in questa città si debba veramente cambiare.
Trovo intollerabile che a governare rimangano persone che non hanno l'umiltà e la capacità di chiedere scusa neppure quando ad essere intaccati e purtroppo "toccati" sono i nostri bambini. 

A mio avviso siamo al capolinea e mai come nella vostra lettera questo concetto è stato scritto meglio.

Un abbraccio,

Raffaele Latrofa
Capogruppo della Lista "Pisa nel cuore"

LA RELAZIONE DI MINORANZA SUI MALTRATTAMENTI ALL'ASILO

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 19 e 20 ottobre

Torna su
PisaToday è in caricamento