Maltrattamenti su disabili a Fauglia, la Stella Maris: "Saremo inflessibili"

I vertici della Fondazione hanno avviato un'indagine interna per accertare eventuali responsabilità

La Procura di Pisa

"Ci mettiamo a completa disposizione degli organi inquirenti e della magistratura, verso cui nutriamo la massima fiducia". Queste le dichiarazioni di Giuliano Maffei e Roberto Cutajar, rispettivamente presidente e direttore generale della Fondazione Stella Maris, sull'inchiesta che riguarda presunti maltrattamenti compiuti su disabili da 4 operatori (ora sospesi) che lavorano nella Residenza sanitaria di Montalto di Fauglia, gestita proprio dalla Stella Maris.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questa mattina nel corso di una riunione - sottolineano Maffei e Cutajar - abbiamo informato il personale dell’avvio di una indagine interna per accertare eventuali responsabilità e adottare i provvedimenti necessari e conseguenti. Anche se siamo ancora in fase di accertamento dei fatti, altresì abbiamo voluto porgere in ogni caso le nostre scuse ai famigliari che hanno voluto incontrarci. Qualora venissero confermate le ipotesi di maltrattamento, saremo inflessibili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Lutto all'Aoup: dottoressa muore a 36 anni

  • Coronavirus in Toscana: solo sette i nuovi casi, un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 14 nuovi casi e 6 decessi

  • Coronavirus in Toscana, 18 nuovi casi: un decesso nel pisano

  • Coronavirus in Toscana: 12 nuovi casi e 2 decessi

Torna su
PisaToday è in caricamento