Maltrattamenti su disabili a Fauglia, la Stella Maris: "Saremo inflessibili"

I vertici della Fondazione hanno avviato un'indagine interna per accertare eventuali responsabilità

La Procura di Pisa

"Ci mettiamo a completa disposizione degli organi inquirenti e della magistratura, verso cui nutriamo la massima fiducia". Queste le dichiarazioni di Giuliano Maffei e Roberto Cutajar, rispettivamente presidente e direttore generale della Fondazione Stella Maris, sull'inchiesta che riguarda presunti maltrattamenti compiuti su disabili da 4 operatori (ora sospesi) che lavorano nella Residenza sanitaria di Montalto di Fauglia, gestita proprio dalla Stella Maris.

"Questa mattina nel corso di una riunione - sottolineano Maffei e Cutajar - abbiamo informato il personale dell’avvio di una indagine interna per accertare eventuali responsabilità e adottare i provvedimenti necessari e conseguenti. Anche se siamo ancora in fase di accertamento dei fatti, altresì abbiamo voluto porgere in ogni caso le nostre scuse ai famigliari che hanno voluto incontrarci. Qualora venissero confermate le ipotesi di maltrattamento, saremo inflessibili".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi e cocktail estivi: 5 proposte da Marina a Calambrone

  • Attenzione al ragno violino: come difendersi dal suo morso

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Incidente stradale sull'Arnaccio: due persone in ospedale

  • Ricerche per una donna dispersa in mare: ritrovata sulla spiaggia di San Rossore

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Maltempo: allerta meteo per piogge e temporali

Torna su
PisaToday è in caricamento