No alla 'ferrovia della morte': una 'parata' fino a Camp Darby contro la guerra

Gli attivisti si sono ritrovati alla basilica di San Piero a Grado e hanno raggiunto la base militare americana

Erano circa 500, provenienti da tutta la Toscana, coloro che ieri, sabato 2 giugno, hanno manifestato di fronte alla base Usa di Camp Darby contro il progetto della cosiddetta 'Ferrovia della morte', ovvero il collegamento ferroviario per il trasporto di armi e munizioni dalla base militare alla stazione di Tombolo.
Decine di esponenti del mondo della sinistra e del sindacalismo di base si sono radunati davanti alla Basilica di San Piero a Grado e poi hanno sfilato per cinque chilometri pacificamente fino a raggiungere l'ingresso principale della base statunitense.

Nel corso della manifestazione è stato lanciato anche un presidio per il prossimo 15 giugno quando è previsto l'arrivo di un carico di armi al porto di Livorno, un'iniziativa "contro l'uso militare anche del porto livornese" dicono gli attivisti.

Potrebbe interessarti

  • Sos pancia gonfia: le cause e i rimedi naturali più efficaci

  • Mantenere puliti i capelli: le abitudini più comuni da evitare

  • Come pulire e igienizzare i bidoni della spazzatura

  • Calli e duroni che dolore! I consigli per gli inestetismi dei piedi

I più letti della settimana

  • Tutti con gli occhi al cielo: arriva l'eclissi di Luna

  • Scooter contro auto: muore 18enne

  • Trovato cadavere in un'auto con un coltello nel petto

  • All'ospedale Cisanello il metabolismo si studia in una stanza

  • Morto in scooter a 18 anni: la polizia cerca un possibile testimone chiave

  • "Ero al pronto soccorso", ma non era vero: 36enne torna ai domiciliari

Torna su
PisaToday è in caricamento