San Piero a Grado: amministrazione e cittadini 'in piazza' per la realizzazione della rotonda

Sabato 16 luglio un flash mob per chiedere al Governo di rispettare gli impegni presi due anni fa. Filippeschi: "Ritardi inacettabili, deve vincere la sicurezza non la burocrazia"

Lo svincolo di San Piero a Grado

Una protesta clamorosa per chiedere al Governo di rispettare gli impegni presi in merito alla realizzazione della rotatoria per lo svincolo di San Piero a Grado. Comune e Ctp 2 lanciano la manifestazione che si svolgerà sabato 16 luglio, alle ore 12, davanti agli impianti sportivi dell'Università a San Piero a Grado, in via Livornese 764. "Un flash mob - spiega il sindaco, Marco Filippeschi - in cui per circa una mezz'ora bloccheremo il traffico per spiegare le ragioni della protesta e dare visibilità a un'istanza irrinunciabile per i cittadini. Lo slogan sarà 'Rotatoria Subito!'".

L'obiettivo della manifestazione, organizzata dal Comune e dal Ctp 2, è appunto quello di chiedere la realizzazione della rotatoria: un modo per mettere in sicurezza uno svincolo, quello all'intersezione fra il raccordo della Fi-Pi-Li, l'autostrada A12 e la strada provinciale del mare, in cui negli ultimi anni si sono verificati diversi incidenti, alcuni anche mortali. "Il caso è scandaloso e ancora aperto - afferma Filippeschi - e abbiamo tutti l'obbligo morale di non continuare ad accettare questa situazione di pericolo: deve vincere la sicurezza, non la burocrazia. Si tratta di un caso cittadino che vogliamo però far diventare regionale e nazionale: per questo avremo anche testimonial importanti. Se dopo questa manifestazione ancora nulla si sbloccherà, continueremo ad oltranza, fino a quando il Governo non rispetterà gli impegni presi".

Il caso si trascina avanti ormai da diverso tempo. "Due anni fa - spiega ancora Filippeschi - quando c'era ancora Tagliente, venne firmato in prefettura un accordo, con il quale si annunciava la realizzazione della rotatoria entro la fine del 2014. Da allora, nonostante i continui solleciti, niente è stato fatto. Si tratta di un'opera che non è nemmeno particolarmente costosa o di difficile realizzazione: questo rende il tutto ancora pià scandaloso". L'ente responsabile del tratto in questione è la Salt, che attende però gli stanziamenti del Governo per partire coi lavori; manca infatti il via libera del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti al piano economico proposto dalla stessa Salt, in cui si prevede che la rotonda sia finanziata con i ricavi del pedaggio autostradale. 

"Il progetto - afferma l'assessore ai Lavori Pubblici, Andrea Serfogli - è pronto da giugno 2015 ed è già stato approvato, oltre che dal Comune, anche dalla Soprintendenza e dal Parco ed è quindi immediatamente cantierabile. Inoltre non si tratta di reperire le risorse, ma solo di approvare la variazione al piano economico di Salt, che l'Ente ha proposto al Ministero più di un anno fà". "Addirittura - precisa ancora il sindaco - ci proponemmo di anticipare noi soldi necessari per realizzare l'interventro, nonostante questo l'impegno del Governo è rimasto disatteso".

"Confidiamo - conclude Benedetta Di Gaddo, presidente del Ctp 2 - che i cittadini non perdano occasione di partecipare a questa manifestazione. Il caso non riguarda infatti solo il nostro quartiere ma tutta la città e tutte le persone che ogni giorno transitano su questo tratto di strada. A chi parteciperà alla protesta chiediamo di indossare qualcosa di bianco: un modo per ricordare le vittime innocenti che hanno perso la vita in questo tratto di strada".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Spiagge di ghiaia a Marina, alga tossica 6 volte oltre i limiti: "Fate attenzione"

  • Scuola, nuovo incontro per la ripartenza: si va verso il prolungamento della didattica a distanza

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più e zero decessi nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus in Toscana, 9 casi in più: a Pisa giornata da zero nuovi contagi

  • Coronavirus, sette nuovi casi: nessun positivo in più a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento