Degrado e insicurezza in centro: "Bene il tavolo comune, ma facciamo in fretta"

Dopo la manifestazione 'Vendesi' di sabato scorso commercianti e residenti 'in pressing' sull'amministrazione comunale. Il M5S: "Nessuna visione su come risolvere i problemi"

La manifestazione di sabato. Foto dalla pagina Facebook 'La Pisa ritrovata - Il degrado'

"Bene l'idea di un tavolo comune, ma facciamo in fretta". Davide Ricoveri, storico commerciante ambulante di piazza delle Vettovaglie e tra gli organizzatori della protesta, commenta così la manifestazione che si è svolta sabato scorso, 26 ottobre, per denunciare le condizioni di degrado e insicurezza che caratterizzano l'area e più in generale il centro storico cittadino. Una manifestazione a cui hanno partecipato commercianti e residenti che in segno di protesta hanno affisso su attività e ingressi di abitazioni il cartello con la scritta 'Vendesi' e a cui è intervenuto anche il sindaco Michele Conti, accompagnato dal vicesindaco Raffaella Bonsangue, e dall'assessore alla Sicurezza, Giovanna Bonanno. 

"La manifestazione - afferma Ricoveri - è stata molto partecipata e fin da subito è nato un dibattito che speriamo essere costruttivo. Il sindaco si è reso disponibile ad aprire un tavolo di confronto tra amministrazione, residenti, commercianti diurni e notturni, albergatori e B&B. E' un inizio importante anche se non è la prima volta che viene fatta una proposta del genere. Ora questo tavolo deve essere convocato nel giro di pochi giorni. Da parte nostra già da oggi siamo in pressing per far sì che i tempi siano i più stretti possibili. I problemi della piazza di certo non sono svaniti dopo la manifestazione e già ieri sera si sono ripresentati con caos e cori da stadio andati avanti fino a notte fonda".

Spaccio, risse, movida selvaggia e degrado. Queste le principali criticità segnalate da abitanti e negozianti, e ribadite anche al sindaco Conti durante la manifestazione che ha ricevuto il sostegno anche del Coordinamento dei Comitati cittadini e del M5S. "Le problematiche evidenziate - prosegue Ricoveri - non riguardano solo piazza delle Vettovaglie ma anche piazza Dante, via Santa Maria, l'area del Tribunale e in generale tutto il centro storico. E' un modello di città che non funziona e tutti noi dobbiamo metterci qualcosa per far sì che questi problemi possano essere risolti. Il tavolo comune dovrà elaborare delle proposte fattibili per poi andare insieme dal Prefetto e trovare una soluzione che tenga conto delle esigenze di tutti".

In piazza con i manifestanti anche il Movimento 5 Stelle: "Le proposte fatte dal sindaco - attaccano i consiglieri comunali Gabriele Amore e Alessandro Tolaini - dimostrano che non c'è una visione per risolvere i problemi. L'idea avanzata è quella di delocalizzare in un luogo non ben definito della città la movida serale, sperando che in questo modo anche gli spacciatori seguiranno il suo flusso degli utenti dei locali. Questa - concludono ironicamente - è la grande soluzione prospettata da questa amministrazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio di semi mescolato con il gasolio: denunciati gestori di distributore

  • I migliori sport e i trucchi per accelerare il metabolismo e dimagrire

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Nubifragio in Valdera: allagamenti e disagi

  • Lotterie: vinto un milione di euro a Pisa

  • Scontro tra due auto: muore 70enne

Torna su
PisaToday è in caricamento