domenica, 23 novembre 15℃

Calciatore del Pontedera in coma: ha in parte ripreso conoscenza

Resta però in prognosi riservata all'ospedale di Cisanello: la Tac, eseguita nella notte, ha evidenziato vari piccoli punti emorragici alla testa. Riesce fortunatamente a muovere gli arti. La città si stringe intorno alla famiglia

Redazione 14 novembre 2011

Ha in parte ripreso conoscenza Manuel Caponi, il calciatore del Pontedera che ieri, durante la partita con il Sansovino, ha ricevuto un calcio in testa da un difensore avversario che cercava di rinviare il pallone. Caponi invece ha tentato di intercettare la sfera di testa e l'impatto è stato inevitabile.
Secondo quanto appreso, nella notte il 25enne, divenuto da poco padre, è stato sottoposto ad una Tac che ha evidenziato vari piccoli punti emorragici alla testa, risultato del forte colpo ricevuto. I medici sono ottimisti sul recupero del giovane, anche se mantengono ancora la prognosi riservata. In un comunicato della società, che partecipa al campionato di Serie D, si legge che "la diagnosi è di un forte trauma cranico commotivo per il ragazzo, che nel frattempo ha in parte ripreso conoscenza e soprattutto riesce a muovere gli arti".

All'ospedale pisano si sono recati i dirigenti granata, molti giocatori e una delegazione di tifosi che ha voluto manifestare ai familiari, al padre Alessandro, ex calciatore, e al fratello Andrea, compagno di Manuel nel Pontedera, la piena vicinanza di tutta la città. (fonte Ansa)

Annuncio promozionale

Manuel Caponi
Pontedera
incidenti

Commenti