Marina di Pisa, lavori per le spiagge di ghiaia: il mare sparisce dietro le barriere

Il cantiere tira su un muro che blocca la vista del mare tra Piazza delle Baleari e Piazza Gorgona. Tante le proteste dei residenti. Su Facebook il consigliere di Noi Adesso Pis@ Maurizio Nerini rievoca il Muro di Berlino. Lunedì sopralluogo di Ghezzi

Da venerdì 4 luglio gli operai hanno iniziato a posizionare le barriere del cantiere, che adesso per circa 500 metri impediscono di vedere il mare lungo la passeggiata di Marina. Il tratto va da Piazza delle Baleari a Piazza Gorgona. Ad accendere ulteriormente le polemiche sono le raffigurazioni del mare impresse sui pannelli di cemento. Le strutture montante servono a delimitare l'area oggetto di intervento ed assorbire il rumore delle lavorazioni, che secondo il progetto della Provincia andranno a costituire due nuove spiagge di ghiaia.

Su Facebook il consigliere di Noi Adesso Pis@ parla di "una orrenda fila di enormi manufatti cementizi" che lancerebbero un doppio segnale: "quello dell’inizio del cantiere e anche quello della mancanza di rispetto delle volontà dei cittadini". Il riferimento è al comitato spontaneo "No ghiaie" che si oppone all'operazione. Nerini chiede poi "un monitoraggio economico sull’impatto che i lavori avranno sulle attività del Lungomare".

Lunedì pomeriggio il Direttore generale della Provincia Palagi, insieme al vicesindaco Ghezzi, saranno sul posto per valutare la situazione e trovare una soluzione. Martedì una delegazione di operatori e residenti verrà ricevuta dal presidente della Provincia Pieroni, che dovrebbe fornire informazioni sulla realizzazione dell'intervento in quanto ente competente.

Sul tema la Provincia tiene a precisare "la qualità e la validità del progetto al fine di garantire la sicurezza del litorale e il contrasto del fenomeno dell'erosione, alla luce dei positivi risultati già sperimentati". "Le modalità previste per l’intervento – prosegue il comunicato – erano state rese pubbliche in varie forme e circostanze. In ogni caso si è tenuto conto di richieste ed esigenze rappresentata da parte dai cittadini e dei titolari degli stabilimenti balneari". Le criticità emerse sulla gestione del cantiere ed i tempi di conclusione saranno valutati e seguiti, assicura la Provincia, al fine di mitigare i disagi di cui si era consapevoli.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il carrello pieno alle casse automatiche pagano un solo articolo: arrestati

  • Cosa fare a Pisa nel weekend: gli eventi del 12 e 13 ottobre

  • Supermercati: nuovo punto vendita Conad a Santa Croce sull'Arno

  • Incidente tra due auto e un camion all'ingresso della Fi-Pi-Li

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • La pizza di Luca D'Auria riconosciuta dal Gambero Rosso

Torna su
PisaToday è in caricamento