Meningite: colpito un uomo di 56 anni

L'uomo è residente in Valdera ed è stato ricoverato all'ospedale di Livorno. Migliorano le condizioni dell'insegnante colpita

Un nuovo caso di sepsi meningococcica probabilmente di tipo C (il risultato della tipizzazione dovrebbe essere comunicato nel pomeriggio), in un uomo di 56 anni non vaccinato, residente in Valdera, ora ricoverato in terapia intensiva a Livorno, in prognosi riservata.

Il paziente ha manifestato i primi sintomi della malattia a partire dalla sera del 18 aprile. L’igiene e sanità pubblica della Valdera ha individuato le persone che sono entrate in stretto contatto con il paziente alle quali è stata somministrata la profilassi e offerta la vaccinazione.
I medici igienisti sono a disposizione per ogni eventuale chiarimento e informazioni ai seguenti numeri di telefono 0587-273436/339/332/437.

Stanno migliorando intanto le condizioni di salute dell'insegnante livornese colpita da meningite nei giorni scorsi.

Per ulteriori chiarimenti sulla profilassi e sulla vaccinazione, la ASL raccomanda di rivolgersi al proprio medico curante o agli ambulatori del dipartimento di prevenzione della ASL.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Aborto e diritti delle donne, manifestazione in città: "Riaffermiamo la nostra libertà"

  • Cronaca

    Stazione, identificati due irregolari con precedenti penali: espulsi

  • Cronaca

    Gli rubano la bici in stazione: dopo un'ora i vigili gliela riportano

  • Eventi

    Teatro di figura in Cavalieri: burattini e marionette per dire no alla malamovida

I più letti della settimana

  • San Piero a Grado, si dimentica la figlia in auto: muore bambina di un anno

  • Canapisa, sabato al via la street parade antiproibizionista: ecco il percorso

  • Riglione: folla e commozione per l'addio alla piccola Giorgia

  • Bimba morta in auto, aperta un'indagine. Il sindaco: "La città è in lutto"

  • Canapisa 2018: in migliaia in città contro il proibizionismo

  • Bimba morta dimenticata in auto, Codacons: "Da anni chiediamo l'obbligo di allarmi su auto"

Torna su
PisaToday è in caricamento