Green economy, un'estate di 'seconda mano': torna il Mercatino del riuso sul Litorale

La partecipazione al Mercatino del riuso è su prenotazione: gratuito e aperto a tutti, secondo le modalità previste dal Regolamento. Ogni partecipante avrà a disposizione un'area assegnata, nella quale potrà posizionare gli oggetti da scambiare ed offrire

Un oggetto di seconda mano dall'aspetto vintage, vissuto e in buono stato, ha sempre il suo fascino, non considerando che comprarlo incentiva la green economy e diminuisce il ciclo dei rifiuti. Sono questi gli obiettivi principali dell'iniziativa che permette a ciascuno di riscoprirne il valore di vecchi oggetti, un tempo scelti e fatti propri da altre persone. Salvare una cosa dalla tradizionale filiera dei rifiuti significa offrirgli una nuova vita, promuovendo uno scambio virtuoso.

Sono già più di 70 gli iscritti per il Mercatino del riuso di sabato prossimo a Marina di Pisa, nato a Pisa in piazza Dante Alighieri e promosso dalla Confesercenti di Pisa in collaborazione con il Comune di Pisa e Geofor Spa. La partecipazione al mercatino, su prenotazione, è gratuita e aperta a tutti, grandi e piccoli, secondo le modalità previste dal Regolamento scaricabile, assieme alla domanda d’iscrizione su www.mercatinodelriuso.com.

I parcheggi saranno assegnati la mattina della manifestazione. Ogni partecipante avrà a disposizione un'area assegnata, nella quale potrà posizionare gli oggetti da scambiare ed offrire. Non c'è limite al numero massimo di pezzi che si possono esporre. Ognuno dovrà provvedere autonomamente all'allestimento dello spazio e alla ripulitura dell'area assegnata.

Il materiale dovrà essere funzionante, pulito e in buono stato. Possono essere scambiati beni di varia natura: libri, oggetti di arredamento, stoviglie, vasi, mobili, biciclette, giocattoli, piccoli elettrodomestici e casalinghi, abiti, biancheria per la casa, coperte, utensili per il fai da te, ed ogni altro oggetto che si ritiene degno di 'nuova vita'. All'interno del Mercatino, su richiesta, possono partecipare imprese private o aziende pubbliche e partecipate, con progetti legati ai temi della sostenibilità ambientale e della Green Economy.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento