Tenta il furto di alcolici al supermercato, poi minaccia il direttore con un coltello

E' successo nel pomeriggio di mercoledì al supermercato Pam di viale delle Cascine. L'uomo, in forte stato di agitazione, è stato poi bloccato dalla Polizia

ll supermercato Pam di viale delle Cascine

Pomeriggio movimentato quello di oggi, mercoledì 17 ottobre, in viale delle Cascine, dove per due volte un cittadino polacco di 30 anni, con precedenti, si è presentato al supermercato Pam con brutte intenzioni.
La prima volta si è introdotto nel punto vendita con una borsa che ha cercato di riempire con sei bottiglie di alcolici. Il direttore del negozio si è però accorto del tentativo di furto e ha chiamato la Polizia. Intervenuti sul posto gli agenti hanno fermato l'uomo che è stato condotto in Questura. Dopo gli accertamenti, è stato denunciato per tentato furto.

Una volta uscito dagli uffici di via Lalli, il 30enne non si è arreso e, forse spinto da spirito di vendetta, è tornato nel supermercato. Visibilmente su di giri, ha iniziato a minacciare il direttore con un coltello. La Polizia è così ritornata sul posto, per cercare di bloccare il polacco che ha minacciato anche gli agenti con il coltello prima di tentare la fuga. E' stato però fermato dai poliziotti e 'tranquillizzato' grazie all'uso dello spray al peperoncino.

Alla fine della giornata il 30enne, alla denuncia per tentato furto racimolata poco prima, ha aggiunto l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale e le denunce per minaccia aggravata e porto abusivo d'armi. Domattina è in programma l'udienza per direttissima.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Si accettano scommesse: cosa farà il giudice ?

    • Applicherà le leggi che abbiamo in Italia-

      • purtroppo é cosi, é inutile dar contro i giudici, loro applicano le leggi emendate dai parlamentari/senatori.

  • Ecco che succede a non metterli subito al gabbio. Una mesata con il sole a scacchi alla prima e un paio di anni alla seconda, magari indurrebbero il simpatico a non rifarlo.

    • Si ma al gabbio del suo paese però, visto che la nazionalità è nota.

      • Non basta conoscere la nazionalità di una persona per rimpatriarla altrimenti una soluzione più semplice e meno costosa è quella di portare la persona presso l'ambasciata del suo "paese". Conclusione: per rimpatriare bisogna avere la prova ufficiale(carte alla mano) che l'individuo proviene dal paese dove si vuole rimpatriare

  • Una volta se uno rubava una mela veniva trattenuto in carcere almeno un giorno, questo non solo è stato rilasciato ma è anche ritornato dove aveva rubato intento a vendicarsi! Ma la legge... da che parte sta?

    • Se le leggi non vanno bene allora vanno cambiate. Il governo cosa fa invece?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Corso Italia, i commercianti in coro: "Furti e taccheggi ormai all'ordine del giorno"

  • Cronaca

    Stato di agitazione in ospedale, l'Aoup: "Presto un confronto con la nuova direzione aziendale"

  • Attualità

    Ecco la Luna rosso sangue: occhi al cielo...con levataccia

  • Cronaca

    Università: intercettati sempre più finanziamenti europei, nel 2018 raccolti 17 milioni

I più letti della settimana

  • Via Corridoni: principio d'incendio nei locali dell'Agenzia delle Entrate

  • Lanciano liquido contro due passanti da uno scooter in corsa

  • Multata per aver viaggiato con l'auto con targa straniera: "Vittima di ingiustizia"

  • Raid alle auto in sosta: c'è un fermato

  • Multe ad auto con targa straniera: prime due sanzioni a Pisa per il 'Decreto Sicurezza'

  • Furti nei parcheggi dei supermercati: fermate due 50enni

Torna su
PisaToday è in caricamento