Proiettili e minacce di morte al sindaco di Empoli: solidarietà dall'Anpi di Pisa

La busta anonima è stata recapitata il 18 gennaio in municipio. L'associazione dei partigiani: "Gravissimo atto intimidatorio". Sabato 27 la manifestazione in centro per l'antifascismo, a cui l'Anpi invita il sindaco empolese

L'Anpi di Pisa, con il presidente provinciale Bruno Possenti, condanna l'episodio avvenuto nei giorni scorsi ad Empoli, dove la prima cittadina Brenda Barnini ha ricevuto una lettera anonima con minacce di morte e due proiettili. L'attacco riporta come firma una svastica.

"Cara Brenda - scrive in una lettera aperta il rappresentante dell'associazione dei partigiani - il gravissimo atto intimidatorio di cui sei vittima è uno sfregio alla tua città ed alla coscienza democratica e antifascista di tutti gli italiani. E' l'ultimo, il più grave episodio di una lunga serie di fatti ed azioni di stampo xenofobo, razzista, squadrista. Occorre reagire, esigendo dalle Autorità preposte un rafforzamento dell'impegno nella prevenzione e nella repressione del fenomeno mediante l'applicazione delle leggi vigenti. Occorre reagire chiedendo alle Istituzioni locali un rafforzamento dell'impegno per intervenire sul disagio sociale ed economico che alimenta l'odio e l'intolleranza che forze di estrema destra stanno spargendo. Occorre reagire promuovendo iniziative finalizzate alla formazione storica dei giovani. Occorre intervenire promuovendo una campagna di informazione sui rischi che sta correndo la nostra democrazia".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A Pisa - ricorda Possenti - abbiamo dato vita al 'Tavolo provinciale dell'antifascismo'. Aggrega le Istituzioni locali, le forze civiche, sindacali, i giovani dell'Università e della Rete degli Studenti medi al fine di coordinare ed organizzare le risposte alla preoccupante escalation neofascista. Da tempo abbiamo programmato, per sabato 27 gennaio, una manifestazione nella città di Pisa. Il ritrovo è previsto per le ore 15 in piazza Sant'Antonio. Percorreremo in corteo il centro storico. Concluderemo in Piazza Martiri della Libertà. Mentre ti esprimo la vicinanza e la solidarietà del Comitato provinciale Anpi e del Tavolo dell'antifascismo, ti invito alla manifestazione. La presenza del Gonfalone della città di Empoli e la tua partecipazione sarebbero particolarmente significative. Fraterni saluti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Pratale-Don Bosco: muore in casa a 37 anni

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

Torna su
PisaToday è in caricamento