Piazza Viviani: in mostra il suo futuro, si discute con l'Aoup per la proprietà

Dal 9 al 14 settembre in mostra agli Arsenali Repubblicani i 76 progetti del concorso di idee. Il sindaco Filippeschi: "Con l'Aoup i tempi di chiusura per il terreno devono accelerarsi"

Da sinistra: Del Seppia, Filippeschi e Zambito

Si accende il dibattito fra professionisti e cittadini per il futuro architettonico del litorale. Dal 9 al 14 settembre, agli Arsenali Repubblicani, sarà allestita la mostra dei progetti del concorso di idee, indetto dal Comune di Pisa, per il nuovo look di Piazza Viviani. Una rassegna che sarà corredata da due incontri di confronto, uno specifico sull'area di Marina di Pisa e l'altro su tutto il comparto costiero, utili per aprire al pubblico le prospettive dello sviluppo sia della piazza che dei 'quartieri' di Marina, Tirrenia e Calambrone.

"Abbiamo pensato l'iniziativa come progetto culturale - spiega l'architetto e presidente del Laboratorio Permanente per la Città Massimo Del Seppia - una sorta di 'urban center' leggero: un luogo dove rendere più accessibile e comprensibile lo sviluppo urbanistico della città ai cittadini". Sarà possibile vedere tutti i 76 progetti presentati, una tavola ciascuno, fra cui i 3 vincitori, che saranno la base per la prossima progettazione dell'intervento.

"Piazza Viviani è un luogo strategico - afferma Del Seppia - di contatto fra porto ed abitato. Ci interrogheremo sull'importanza dello strumento del concorso di idee e sulle previsioni urbanistiche per questo luogo specifico e per Marina, ma anche sulle prospettive del litorale. Marina e Tirrenia hanno già una loro identità urbana, mentre Calabrone potrebbe averla, anche a vocazione abitativa. Con al presenza di tanti ed eterogenei ospiti cercheremo di mettere insieme le conoscenze, un primo tassello in vista di ottobre 2017 quando partirà la mostra della Biennale di Architettura".

PIAZZA VIVIANI. Fa il punto sulla situazione l'assessore all'urbanistica Ylenia Zambito: "Circa un anno e mezzo fa era partito il bando di idee per la piazza e strade limitrofe, con lo scopo di rispettare un continuum territoriale e riempire uno spazio vuoto. Con il piano particolareggiato del lungomare del 2015 abbiamo permesso di rialzare i fabbricati per avere un'altezza unica per fare una cornice degna alla piazza, e sono stati apposti i vincoli utili all'esproprio. Il concorso adesso serve per selezionare i progetti, nell'ordine di classifica, per poter essere usati come progetto preliminare per arrivare alla progettazione definitiva".

Il sindaco Filippeschi spinge per arrivare ad una soluzione sul nodo della proprietà dell'area: "Piazza Viviani così non può rimanere, serve accelerare i tempi. Siamo impegnati a trovare una soluzione con l'azienda ospedaliera, ci siamo esposti con l'iniziativa del bando, ed è un intervento che può essere volano per valorizzare e mantenere alta l'attenzione sul porto, ed avere impatto anche sul lungomare".

Un'opera strategica, ma si deve chiudere con l'Aoup: "E' lei la proprietaria - insisite il primo cittadino - o si trova una soluzione o dovrà soddisfare l'esigenza di far avere alla piazza un aspetto consono. Siamo al punto limite, basta tempi morti. Il procedimento deve mettersi in moto nei prossimi mesi". La soluzione prospettata al momento è quello di una permuta di terreni, con ultima possibilità l'esproprio, che però costerebbe troppo al Comune. "Essendo messa a patrimonio dall'Aoup - spiega la Zambito - l'area non può essere ceduta gratis. Ma noi non possiamo comprarla, perché non è giusto e perché è stata valutata 400mila euro, tanto. Il compromesso è una permuta, l'esproprio l'extrema ratio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

INFO MOSTRA. Dal 9 al 14 settembre agli Arsenali Repubblicani, orario venerdì e sabato dalle 16 alle 22, da domenica a mercoledì dalle 16 alle 20. Organizzata da Laboratorio Permanente per la Città e dal Comune di Pisa con l'architetto Pasqualetti, il vicesindaco Ghezzi e l'assessore Serfogli, patrocinio dell'Ordine degli Architetti di Pisa. I convegni: 9 settembre 'Il futuro di Marina di Pisa, ore 16.30; 14 settembre 'Pisa ed il Litorale', ore 16.30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Mascherine gratuite nelle edicole della provincia di Pisa: dove richiederle

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

  • Mascherine gratuite: parte la distribuzione in edicola 

Torna su
PisaToday è in caricamento