Movida in Piazza della Pera, alcol e confusione: "Ma non si può fare niente?"

Un residente del posto, che già ha documentato altre volte la situazione, torna a mostrare i resti delle notti brave degli studenti, in buona parte Erasmus. "Schiamazzi notturni non è forse un reato? Come si fa ad avere un dialogo così?"

Sporco e confusione in Piazza della Pera nel giovedì sera degli studenti, in particolare nella notte di ieri. Un residente torna a segnalare i resti della festa lasciati sotto l'arco tra via San Bernardo e Vicolo Borghese: "Visto che pioveva e la piazza era umida il festino è stato spostato 50 metri più in là, sotto l'istituto delle Suore che ospita persone anziane ed ex degenti di ospedale in post operatorio. L'arco ovviamente ha fatto da cassa di risonanza al già intollerabile chiasso".

Un dialogo sembra quindi impossibile: "Come si fa anche solo a pensare di mettersi ad un tavolo con chi riduce Pisa in questo modo? Con questo non voglio puntare il dito solo sugli studenti Erasmus, anche perché oramai dove c'è alcol ci sono tutte le categorie di studenti, anche pisani. Ieri sera erano gli spagnoli perché giovedì. Ma come è possibile che non si possa andare li con una pattuglia, prendere i nomi degli studenti e far prendere provvedimenti all'università? Si tratta solo di applicare la legge: schiamazzi notturni non è forse un reato?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi la battuta: "Forse il giovedì mattina sarà necessario contattarli per chiedergli dove gradiscono festeggiare la sera per posizionare bagni pubblici e cestini?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 196 nuovi casi in Toscana, il dato più basso dall'inizio dell'epidemia

Torna su
PisaToday è in caricamento