Movida: "Piazza dei Cavalieri deve diventare un modello di buone pratiche"

E' quanto affermato dalla presidente della Sds pisana, Sandra Capuzzi, che commenta positivamente anche i risultati ottenuti dall'iniziativa 'Cavalieri senza vetro': "La porteremo anche in piazza delle Vettovaglie"

"A Pisa serve uno spazio movida, così come accade in tutte le altre città universitarie europee. Ma abbiamo bisogno di una movida di qualità, che metta insieme il legittimo desiderio di svago e divertimento da parte della popolazione giovanile e le altrettanto legittime esigenze dei residenti. Piazza dei Cavalieri, da questo punto di vista, deve diventare un modello di buone pratiche". È quanto dichiarato ieri, martedì 10 ottobre, dalla presidente della Sds di Pisa e assessore al Sociale del Comune, Sandra Capuzzi, a margine della conferenza stampa di presentazione della 'silent disco', l'appuntamento che venerdì 13 ottobre animerà piazza delle Vettovaglie. 

La presidente della Sds ha anche tracciato un bilancio delle iniziative di sensibilizzazione svolte durante il periodo estivo nei luoghi della movida, prima tra tutti Cavalieri senza vetro. 'Il bilancio è sicuramente molto positivo - ha affermato la Capuzzi - la campagna si è interfacciata molto bene con le altre iniziative promosse non direttamente da noi, mi viene in mente ad esempio il Cinema dei Cavalieri, promossa dalla Scuola Normale. Iniziative che hanno permesso di riprendersi il territorio non con la presenza di forze di polizia, ma attraverso la riappropriazione di spazi fatta con personale formato e qualificato".

Il progetto è partito a inizio maggio 2017 per poi andare in pausa durante il mese di agosto. I numeri raccolti dagli operatori nei primi tre mesi (fino a luglio) certificano il successo dell'iniziativa, che si è svolta ogni venerdì e sabato dalle 23 alle 4: quasi sei tonnellate di vetro smaltite correttamente attraverso i bidoni installati nella piazza, 3.077 bicchieri di plastica distribuiti, 909 alcoltest effettuati e 176 prove al simulatore di guida. Dati che evidenziano come l'attenzione dei frequentatori della zona di Piazza dei Cavalieri non venga più attirata esclusivamente dall'operazione di sostituzione del vetro con la plastica, ma grazie alla presenza di personale qualificato sia anche indirizzata verso una migliore conoscenza dei rischi derivanti dall'abuso di alcol e droghe e delle malattie sessualmente trasmissibili.

"La nostra idea quando l'iniziativa riprenderà - ha proseguito la Capuzzi - è quella di fare un ulteriore salto di qualità accentuando il carattere formativo dell'intervento del personale specializzato e coinvolgendo altri luoghi della città, ad esempio piazza delle Vettovaglie".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investita dal treno alla stazione di Firenze Rifredi: morta 21enne di Pontedera

  • Lutto a Pisa: è morto l'ex sindaco Oriano Ripoli

  • Cucina: undici ristoranti pisani nella guida 'L'Espresso'

  • 'L'Amica geniale' saluta Pisa: terminate le riprese della fiction Rai

  • Fi-Pi-Li, mezzo pesante a fuoco in galleria: superstrada chiusa fra Pontedera e Montopoli

  • Impresa: i servizi digitali scendono in Piazza Vittorio Emanuele

Torna su
PisaToday è in caricamento