Case popolari e contributi affitto: "Controlli sui patrimoni immobiliari all'estero"

La mozione presentata dalla Lega passa con anche i voti di Movimento 5 Stelle e Patto Civico

Il tema dell'assegnazione delle case popolari e dei contributi ad integrazione dei canoni di locazione è stato discusso nel corso del Consiglio comunale di Pisa di martedì 4 dicembre. L'assemblea ha approvato, con i voti favorevoli oltrechè della maggioranza anche di 5 Stelle e Patto Civico, una mozione che impegna il sindaco "a verificare la reale entità dei patrimoni immobiliari all’estero dei cittadini stranieri richiedenti" ma anche di quelli italiani.

"L'obiettivo - ha spiegato il capogruppo della Lega Alessandro Bargagna - è quello di far applicare il DPR 445/2000 che stabilisce che i cittadini extracomunitari, durante la partecipazione a bandi per l’accesso all’edilizia residenziale pubblica od altri interventi sociali, debbano necessariamente dimostrare di non possedere beni immobiliari nei paesi di provenienza, con atti formali validati da ambasciate o consolati. Una pratica però che nei fatti viene volutamente bypassata, perché basta presentare un'autocertificazione. Prima gli italiani".

Il testo presentato dalla Lega, che prevedeva in un primo momento controlli solo nei confronti dei cittadini stranieri, è stato modificato nel corso della discussione grazie a un emendamento dei 5 Stelle che hanno chiesto di estendere i controlli anche nei confronti dei cittadini italiani. "Ci sono anche cittadini italiani che hanno diverse proprietà all'estero non dichiarate e che entrano nelle varie graduatorie per i contributi, compresa quella delle case popolari. I controlli devono essere fatti nei confronti di tutti: il concetto deve essere 'prima gli onesti'". Una modifica accettata dalla Lega "in quanto questi tipi di verifiche - ha continuato Bargagna - nei confronti dei cittadini italiani, vengono già effettuate".

A votare contro la mozione Pd e Diritti in Comune. "La conoscenza dei patrimoni immobiliari all'estero - ha detto il consigliere del Pd Giuliano Pizzanelli - è irrealizzabile per molti paesi del mondo: molti non hanno nemmeno il catasto e sono colpiti dalla guerra. Immaginate di andare in Siria a fare una verifica sul patrimonio immobiliare e ditemi come può essere possibile". Sulla stessa linea il commento di Ciccio Auletta, consigliere di Diritti in Comune: "Quello che state facendo non è diverso da quanto fatto a Cascina e a Lodi". 

Sulla vicenda interviene anche il segretario e deputato della Lega Edoardo Ziello. "Il Partito Democratico è nemico degli italiani. Il loro voto contrario alla nostra mozione per favorire gli italiani, nell’assegnazione delle case popolari, denota un’ostilità atavica nei confronti dei nostri connazionali a favore di chi arriva dall’altra parte del mondo".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Giancarlo
    Giancarlo

    Coltano docet

  • Ciccio Auletta: "Quello che state facendo non è diverso da quanto fatto a Cascina e a Lodi"... per questo abbiamo votato tutti o quasi contro di te, caro Auletta.

  • La sinistra ha dato le case popolari a cani e porci. Ora basta. Se chiedo io una casa popolare pretendono anche le impronte dentali ,come spendo i miei soldi ,quanto ho nella postepay, quanto ho sul conto, quante carte e quali, eredità, immobili, proprietà ecc. Ok, ci sto, è giusto, ci mancherebbe! Controllare sempre. Ma le stesse cose devono essere chieste anche ai congolesi e ai Gambiani.

    • ... Ma le stesse cose devono essere chieste anche ai congolesi e ai Gambiani.

      Ti risulta che danno le case a congolesi, gambiani senza alcun controllo?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sicurezza, controlli durante le feste: arresti e denunce per droga

  • Cronaca

    Via Mazzini: donna rapinata da un bandito incappucciato

  • Cronaca

    Marina di Vecchiano: iniziata la pulizia della spiaggia

  • Cronaca

    Controlli e denunce nel weekend di Pasqua

I più letti della settimana

  • Foto con la Torre di Pisa per la Brooke di Beautiful

  • Trema la terra in Toscana: due scosse di terremoto

  • San Giovanni alla Vena: cadavere in Arno

  • Donna investita sulla linea ferroviaria Viareggio-Pisa: ritardi alla circolazione

  • Lascia lo zaino sul sedile dell'auto mentre porta il bimbo all'asilo: torna e trova il vetro spaccato

  • Incidente in via Conte Fazio: auto resta in bilico su due ruote

Torna su
PisaToday è in caricamento