Il Comune di Pisa dichiara lo stato di emergenza climatica

Approvata la mozione presentata dagli attivisti di Fridays For Future Pisa. L'assessore Bedini: "Non esiste una verità assoluta sui cambiamenti climatici". Gli ambientalisti: "Dichiarazioni antiscientifiche"

Un momento della discussione in aula

Il Consiglio Comunale di Pisa ha accolto all’unanimità la richiesta di iniziativa popolare (150 le firme raccolte) presentata da Fridays For Future Pisa di dichiarare lo stato di emergenza climatica. La mozione, dopo alcuni emendamenti presentati dalla Lega, è stata approvata con 22 voti favorevoli, 0 astenuti e 0 contrari. Il documento impegna il Consiglio Comunale a dar avvio a un percorso che tenda a ridurre a zero le emissioni locali nette di gas serra entro il 2030 sul territorio comunale, oltre a riconoscere la lotta al riscaldamento globale e la transizione ad un’economia sostenibile come priorità strategiche dell’azione comunale per i prossimi 10 anni.

Nel corso della discussione non sono mancati i momenti di discussione anche piuttosto accesa. Tra i primi ad intervenire l'assessore all'Ambiente, Filippo Bedini. "A ben guardare - ha affermato Bedini - non esiste una verità scientifica assoluta sui cambiamenti climatici. Il riscaldamento globale è dovuto anche all’uomo, ma non sappiamo in che misura, anche se sicuramente minima, perchè questo non è calcolabile: possiamo e dobbiamo quindi proporre politiche ecologiche consapevoli che incideranno però in maniera non decisiva".

"La lotta per l’ambiente - ha proseguito l'assessore - in questi mesi ha concentrato la sua accusa contro l'anidride carbonica che poco ha a che fare con il surriscaldamento globale. Non esiste alcun modello che dimostri come l’aumento dell’anidride carbonica porti ad aumenti di temperatura come quelli ipotizzati. Ricordiamoci anche che l'anidride carbonica insieme all’acqua costituisce il nutrimento delle piante e un suo aumento ne rende la crescita più rigogliosa, innescando quindi un meccanismo virtuoso. La storia del nostro pianeta è anche la storia dei cambiamenti climatici che si sono susseguiti nel tempo. Noi crediamo che questi siano in massima parte dovuti a cambiamenti naturali. Il rispetto della natura è soprattutto un tema personale".

Bedini ha quindi ricordato le politiche messe in atto dall'amministrazione sui temi ambientali: "Stiamo impostando il nuovo Piano strutturale d’area, attenti al principio del consumo di suolo che deve tendere a 0. Sulla riduzione di consumi e inquinamento abbiamo lavorato per incentivare la mobilità sostenibile. In questo senso rientra tra l'altro il progetto per realizzare una tramvia dalla stazione a Cisanello. La strada è ancora lunga ma stiamo lavorando per dare risposte concrete".

Diversa la posizione degli attivisti di Fridays For Future presenti in aula per tutta la discussione. "Non sono mancati momenti di tensione e dichiarazioni antiscientifiche che negavano il coinvolgimento dell'uomo nel riscaldamento globale - afferma Gabriele Moretti di Fridays For Future Pisa e primo firmatario della mozione - ma alla fine il Consiglio Comunale ha accolto la nostra mozione. E' un risultato che rende giustizia all’impegno profuso quest’anno da migliaia di giovani. Questo segna l’avvio di un percorso pratico e culturale per la nostra città. L’emergenza climatica dovuta alla anidride carbonica e ai gas serra è una realtà suffragata dalla quasi totalità della comunità scientifica, su cui non può esserci più alcun dubbio. Adesso è tempo di agire".

Il gruppo di attivisti chiede un’azione concreta su temi chiave come l’efficientamento energetico ed il trasporto sostenibile, e di avviare tutte le azioni di mitigazione degli effetti che il cambiamento climatico comunque avrà. "Il Comune - conclude Moretti - si è impegnato nella costruzione di un percorso partecipato che coinvolga non solo Fridays For Future, ma anche tutte le associazioni e le organizzazioni da tempo attive per il clima e l’ambiente, e che sia trasparente e verificabile per tutta la cittadinanza. Questo è solo il primo passo. Noi vigileremo affinchè adesso alle parole seguano i fatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Muore a 29 anni farmacista pisana affetta da Sla

Torna su
PisaToday è in caricamento