Consiglio Comunale: passa la mozione che chiede di realizzare un presepe in tutte le scuole

Approvato il documento proposto dalla Lega e sottoscritto dalle forze di maggioranza. Contrarie le opposizioni con l'esclusione di Patto Civico

Un presepe

Il Consiglio Comunale di Pisa ha approvato nel pomeriggio di ieri, martedì 20 novembre, una mozione urgente presentata dal gruppo consiliare della Lega e sottoscritta anche dalla altre forze politiche della maggioranza, con la quale si chiede di allestire in tutte le scuole comunali un presepe in occasione del prossimo Natale. Il documento è passato anche con il voto favorevole di Patto Civico. Contrarie invece le altre forze di minoranza (ad astenersi dalla votazione il consigliere del M5S Alessandro Tolaini). "L'urgenza della mozione - ha detto la consigliera della Lega, Annalisa Cammellini, presentando il documento - è dovuta al fatto che tra pochi giorni si svolgeranno le festività natalizie". 

"Il presepe - ha  proseguito - è una rappresentazione della natività che trae origine nel medioevo. Si tratta di una tradizione italiana che si è diffusa in tutto il mondo e molto sentita da tutti gli italiani che manda un messaggio di amore, pace e fratellanza. Appare opportuno realizzarne uno all’interno di tutte le scuole elementari di nostra competenza, facendo partecipi anche gli scolari: crediamo sia un'ottima occasione per riscoprire le nostre tradizioni. Vorremmo poi organizzare una mostra di tutti i presepi realizzati in questo progetto".

Come era prevedibile la discussione si è subito accesa, con gran parte delle opposizioni che si sono schierate contro il provvedimento. "Sono credente - ha affermato il consigliere 5 Stelle Gabriele Amore - ma se continuiamo così divento laico. A questo punto manca solo la mozione urgente sull'uovo di Pasqua. Tutti noi siamo stati eletti per risolvere i problemi reali della città, non per questo". Sulla stessa linea la consigliera del PD Maria Scognamiglio. "Non capisco perchè portare una mozione del genere all'interno del Comune. La scuola ha una sua autonomia e può portare avanti i suoi progetti in maniera indipendente: può fare un presepe già domattina, senza bisogno che si voti l'urgenza in Consiglio Comunale".

"E' una discussione - ha attaccato il consigliere di Diritti in Comune Ciccio Auletta - tutta ideologica e strumentale. Prima il corcifisso, adesso il presepe. A questo si aggiungono le campagne islamofobe e no moschea che vengono portate avanti con il sostegno del Comune e che danno un messaggio di intolleranza. Addirittura siamo all'urgenza perchè si scopre che quest'anno il Natale arriva il 25 dicembre. Stiamo diventando lo zimbello d'Italia. L'altro elemento grave è l'ingerenza nei confronti dell'autonomia scolastica".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (16)

  • Una citta' di 100.000 abitanti ha queste "urgenze"???? Ma questi da dove arrivano???? Complimenti al PD & Co che e' riuscito a dare la nostra bella citta' in mano a queste menti.....

  • Quando si è costretti a ricordare agli ospiti chi è il padrone di casa, bisogna dirlo con chiarezza. Ottima iniziativa, bravi.

  • È pura manipolazione a mezzo di simboli (violandone peraltro il senso profondo e genuino) ad uso e consumo del militante pecora, che ha bisogno di essere continuamente scaldato. Altrimenti si annoia e cambia gregge.

  • Avatar anonimo di anna
    anna

    Ipocriti, sono razzisti, odiano tutti ma poi vogliono il crocefisso, il presepe, i santini. Gesù Cristo sarebbe stato dalla parte di quelli che voi odiate tanto.

  • Obbligo no, ma neanche il divieto. Un presepio offende qualcuno? Chi , perché e come?

  • Gli ebrei sono proprio contenti. Forse i fascioleghisti non lo sanno ma per loro il Natale è proprio da non festeggiare. Gesù Maria etc non sono compresi. X i musulmani invece Gesù è un profeta. X me non c'e' problema ma mi sembra che offendere delle persone che hanno un credo diverso è pura imbecillita'.

    • Perché chi ha un credo diverso si deve offendere?

  • Questa mozione potrebbe servire come deterrente psicologico all'avanzata islamica.

    • Sei proprio adeguato al tuo nome. Ruggisci xke non sai parlare

      • Detto da lei è completamente ininfluente, basta vedere l'accozzaglia di frasi sconnesse che si sforza di "scrivere".

  • E’ il glocal che inevitabilmente si contrappone al global.

  • Il presepe, come il crocifisso o altri simboli religiosi, deve essere presente nelle case private dei credenti e nelle chiese. Nei pubblici edifici no.

  • penso sia una misura fondamentale per il controllo del territorio

    • Infatti come non averci pensato prima,questa città ha davvero bisogno di un supereroe a questo punto.

    • Eh già!

  • Lo scrivo di nuovo: è una minch..ta e si sta sbandierando un tema sensibile a scoppi propagandistico-politico. Da egoist potrei essere d'accordo ma con il buon senso queste cose non vanno bene; tutte le domeniche vedo sempre meno persone in chiesa: se siamo in 10-15 è già tanto

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Qualità della vita: Pisa 54ª, perde 7 posizioni

  • Cronaca

    Sgomberato il campo nomadi di Navacchio: "Dalle parole alle ruspe"

  • Cronaca

    Ancora furti in piazza Manin, sei bancarelle colpite: si moltiplicano le 'cicatrici'

  • Meteo

    Temperature in calo: allerta meteo per rischio ghiaccio

I più letti della settimana

  • Ragazzo disperso in Arno: ricerche per tutta la notte

  • Maltempo, neve e ghiaccio in Toscana: è allerta meteo

  • Maltempo in Toscana: estesa fino a lunedì l'allerta meteo per neve e vento

  • Lavoro e proteste: lungo sciopero dei benzinai

  • Centro storico, maxi-retata antidroga: chiuso anche il punto Snai di Viale Gramsci

  • Meteo, perturbazione in arrivo: allerta gialla per neve

Torna su
PisaToday è in caricamento