Consiglio Comunale: passa la mozione che chiede di realizzare un presepe in tutte le scuole

Approvato il documento proposto dalla Lega e sottoscritto dalle forze di maggioranza. Contrarie le opposizioni con l'esclusione di Patto Civico

Un presepe

Il Consiglio Comunale di Pisa ha approvato nel pomeriggio di ieri, martedì 20 novembre, una mozione urgente presentata dal gruppo consiliare della Lega e sottoscritta anche dalla altre forze politiche della maggioranza, con la quale si chiede di allestire in tutte le scuole comunali un presepe in occasione del prossimo Natale. Il documento è passato anche con il voto favorevole di Patto Civico. Contrarie invece le altre forze di minoranza (ad astenersi dalla votazione il consigliere del M5S Alessandro Tolaini). "L'urgenza della mozione - ha detto la consigliera della Lega, Annalisa Cammellini, presentando il documento - è dovuta al fatto che tra pochi giorni si svolgeranno le festività natalizie". 

"Il presepe - ha  proseguito - è una rappresentazione della natività che trae origine nel medioevo. Si tratta di una tradizione italiana che si è diffusa in tutto il mondo e molto sentita da tutti gli italiani che manda un messaggio di amore, pace e fratellanza. Appare opportuno realizzarne uno all’interno di tutte le scuole elementari di nostra competenza, facendo partecipi anche gli scolari: crediamo sia un'ottima occasione per riscoprire le nostre tradizioni. Vorremmo poi organizzare una mostra di tutti i presepi realizzati in questo progetto".

Come era prevedibile la discussione si è subito accesa, con gran parte delle opposizioni che si sono schierate contro il provvedimento. "Sono credente - ha affermato il consigliere 5 Stelle Gabriele Amore - ma se continuiamo così divento laico. A questo punto manca solo la mozione urgente sull'uovo di Pasqua. Tutti noi siamo stati eletti per risolvere i problemi reali della città, non per questo". Sulla stessa linea la consigliera del PD Maria Scognamiglio. "Non capisco perchè portare una mozione del genere all'interno del Comune. La scuola ha una sua autonomia e può portare avanti i suoi progetti in maniera indipendente: può fare un presepe già domattina, senza bisogno che si voti l'urgenza in Consiglio Comunale".

"E' una discussione - ha attaccato il consigliere di Diritti in Comune Ciccio Auletta - tutta ideologica e strumentale. Prima il corcifisso, adesso il presepe. A questo si aggiungono le campagne islamofobe e no moschea che vengono portate avanti con il sostegno del Comune e che danno un messaggio di intolleranza. Addirittura siamo all'urgenza perchè si scopre che quest'anno il Natale arriva il 25 dicembre. Stiamo diventando lo zimbello d'Italia. L'altro elemento grave è l'ingerenza nei confronti dell'autonomia scolastica".

Potrebbe interessarti

  • Le curiosità dei nostri amici pelosi: 5 cose che non tutti sanno sui gatti

  • Falsi amici a tavola: 7 alimenti che non fanno dimagrire

  • Ragnetti rossi: cosa sono e come proteggere la casa dalla loro presenza

  • Stop al fumo: trucchi e consigli per riuscire a dire addio alle sigarette

I più letti della settimana

  • Tirrenia, malore mentre è in mare: muore 81enne

  • Via Sesia: fiamme in un appartamento

  • Si sente male sul patino a Marina di Vecchiano: muore 49enne

  • Rischia la paralisi dopo un tuffo: 16enne ricoverato a Cisanello

  • Santa Maria a Monte, con la bici contro un'auto: morto

  • Pioggia e temporali in Toscana: scatta l'allerta

Torna su
PisaToday è in caricamento