Mura medievali: pubblicato il nuovo bando per la gestione

Dopo la prima gara andata deserta ecco la nuova offerta, con scadenza 8 marzo. Concessione di 10 anni per un valore economico di 3,2 milioni di euro

Termini aperti per presentare offerte al Comune di Pisa per la gestione delle mura medievali di Pisa. Il nuovo bando scandrà l'8 marzo 2017 e per questa seconda gara è stata confermata la volontà di distinguere la gestione delle mura da quella di Giardino Scotto e Bastione Sangallo. Il fine è quello di stimolare la più ampia partecipazione di soggetti imprenditoriali locali e non, con un rivisto il piano di gestione per rendere economicamente più sostenibile la concessione. La gestione avrà la durata di 10 anni, per un valore complessivo di circa 3,2 milioni di euro (Iva esclusa).

Il successo delle aperture straordinarie, con 13mila persone nella primavera 2013 e 17mila un mese fa, segnalano un crescente e importante interesse di cittadini e turisti: le mura possono diventare un ulteriore oggetto di attrazione culturale e turistica, e possono contribuire ad estendere la permanenza di chi visita la città. La stima fatta dall'amministrazione è di circa 100mila visitatori annui.

Tra coloro che presenteranno domanda, sarà premiata l'offerta economicamente più vantaggiosa. Il 25% del punteggio deriverà dall'offerta economica, il 75% dall'insieme del progetto culturale, il progetto gestionale, l'offerta migliorativa ed il piano degli investimenti. Tutti gli atti relativi al bando sono scaricabili alla specifica pagina del sito del Comune.

Per poter partecipare alla gara i concorrenti dovranno effettuare una visita dei luoghi. In particolare le imprese saranno accompagnate al percorso in quota delle Mura, previo appuntamento telefonico con il call center (800981212, numero raggiungibile solo da telefono fisso). L’appuntamento dovrà essere fissato al massimo entro il giorno 28 febbraio 2017.

IL BANDO. I nuovi termini dell'offerta sono scaturiti da un confronto con le realtà che avevano manifestato interesse alla gestione, senza poi formalizzare la partecipazione.

Il soggetto gestore dovrà garantire l'apertura del camminamento in quota per almeno 8 ore in tutti i giorni in cui vige l’ora legale, mentre per la bassa stagione sarà premiato il progetto che prevede la più ampia fruibilità.

Il prezzo del biglietto sarà determinato in fase di gara ed i concorrenti potranno pertanto individuare politiche tariffarie in base ad autonome analisi di mercato. Potranno essere proposti prezzi differenziati tra alta e bassa stagione, per modalità di acquisto (online o sul posto) e per lunghezza del tratto percorso. Nel piano tariffario potranno essere previsti anche tratti gratuiti sulla base delle dinamiche dei flussi turistici.

Il piano dovrà comunque prevedere almeno agevolazioni per: minori tra 8 e 14 anni di età; gruppi di almeno 15 persone; studenti; gruppi di almeno 10 alunni in visita didattica (accompagnatori con ingresso gratuito); residenti nel Comune di Pisa. L'ingresso sarà comunque gratuito per i seguenti soggetti: minori fino a 8 anni di età non compiuti, accompagnati da un adulto; guide turistiche; persone diversamente abili e un loro accompagnatore. Dovrà essere previsto l’inserimento nel circuito della Pisa card, nel momento in cui questa verrà attivata.

L'amministrazione comunale potrà concordare con il soggetto gestore non più di 5 giornate all'anno con ingresso gratuito al percorso in quota per tutti i visitatori, in occasione di iniziative di particolare rilievo.

A carico del concessionario saranno la pulizia e la rimozione delle piante infestanti sul percorso, la manutenzione ordinaria di camminamento e parapetti, la manutenzione ordinaria dei tre elevatori e delle scale di accesso. Rispetto al bando precedente sono stati tolti gli interventi di manutenzione sulle pareti verticali. Sono stati invece incrementati i costi presunti relativi alla sorveglianza e al personale.

Le royalties annuali da garantire al Comune, messe a base di gara, sono limitate al 2% del fatturato. Il nuovo piano di gestione ipotizzato garantisce un utile lordo già a partire dal secondo anno di concessione.

Il bando prevede l'estensione della concessione anche ai locali del Bastione del Parlascio, che saranno restaurati con la funzione di accesso al percorso in quota delle Mura. I partecipanti potranno anche presentare progetti di uso e fruibilità della nuova area a verde ubicata tra via Garibaldi e piazza San Silvestro. Il soggetto gestore potrà anche realizzare un punto di ristoro, con chiosco architettonicamente compatibile, nella nuova area a verde limitrofa a via San Francesco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: negativi i test effettuati

  • Coronavirus: a Cisanello diversi casi in valutazione

  • Cisanello, tragico tamponamento tra auto: neonato perde la vita

  • Prenotazione Cup, servizio sospeso su tutto il territorio

  • 'L'Amica geniale' fa tappa a Pisa e alla Normale: appuntamento in prima serata su Rai 1

  • Coronavirus: le nuove misure varate oggi dalla Regione

Torna su
PisaToday è in caricamento