giovedì, 30 ottobre 9℃

Allerta neve: imbiancata la provincia, copiosa nevicata nella notte

Gli aggiornamenti in tempo reale sulla situazione dopo la nevicata che ha sommerso la nostra provincia nella notte. Segnalaci eventuali disagi ed inviaci le tue foto: le pubblicheremo su Pisatoday

Redazione 1 febbraio 2012

Ore 20,00: Sala d’attesa della stazione centrale di Pisa aperta per tutta la notte in modo da consentire ai circa trenta senza fissa dimora che sono soliti dormire all’aperto, nei dintorni dello scalo ferroviario pisano, di trascorrere in luogo caldo e asciutto le prossime notti, ossia almeno quelle comprese fra stasera (mercoledì 1 febbraio) e lunedi 5, giorni in cui stando alle previsioni la temperatura scenderà frequentemente sotto lo zero. La decisione è stata presa pochi minuti fa nel corso della riunione dell’unità di crisi della Protezione Civile del Comune d Pisa, coordinata dal vicesindaco Paolo Ghezzi, durante la quale è stato comunicato che le Ferrovie dello Stato avevano dato risposta positiva alla richiesta di disponibilità da parte dell’amministrazione comunale e della Società della Salute.
Per tutta la durata dell’emergenza freddo nella zona della Stazione, dalle 16 fino alle 22.30. sarà attiva l’unità di strada della Società della Salute, composta da due operatori impegnati nella distribuzione di sacchi a pelo, coperte e bevande e pasti caldi. Dopo quell’ora un operatore di strada continuerà, comunque, a presidiare la sala d’aspetto per tutta la notte.
Infine questa sera mezzi spargisale in azione sulle strade di Tirrenia e Calambrone per contenere il più possibile il rischio della formazione di strati di ghiaccio sul manto stradale.

Ore 18,09: La situazione a Volterra: dalla tarda serata di ieri sono operative squadre comunali, forze dell'ordine, volontariato, associazionismo. Liberata con difficoltà la
viabilità primaria, complice la presenza di numerosi mezzi che non hanno rispettato le prescrizioni impartite e che sono finiti immancabilmente a intralciare la transitabilità delle strade. Da stamane alle cinque tre squadre comunali hanno operato in centro, quattro nelle campagne e sulle frazioni. Difficoltà e grosse criticità permangono nell'erogazione di energia elettrica, monitorate e seguite dall'unità di crisi comunale, in collaborazione col COI.
Sono state emanate due ordinanze, una per la chiusura delle scuole, l'altra per gestire il conferimento dei rifiuti. A causa delle condizioni metereologiche avverse è stata disposta la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale di Volterra per il giorno 2 febbraio.
Inoltre è stata anche disposta la regolamentazione della raccolta rifiuti nel centro storico.

Ore 17,54: Terminerà alle 18 di questa sera l’allerta meteo per neve sul territorio della Provincia di Pisa, ad eccezione della Valdicecina dove saranno possibili ulteriori fenomeni nella notte. La viabilità di competenza della Provincia non registra particolari criticità, dopo una giornata in cui si sono contati numerosi interventi per rimuovere cumuli di neve, alberi caduti in strada e autovetture incidentate. Anche se ha smesso di nevicare, tuttavia, sulla S.P. 16 Monte Volterrano, il traffico non è consentito e si sta lavorando per rimuovere l’eccezionale quantitativo di neve che ricopre il manto stradale. I punti più critici, risolti o in via di soluzione, hanno interessato la S.P. 56 Monte Serra, la S.P. 206 sul confine con la Provincia di Livorno e le zone comprese tra la Valdera e la Valdicecina, in particolare nei comuni di Cascina, Castellina, Chianni e in località Badie. Questa sera i mezzi spargisale interverranno per limitare la portata di una nuova emergenza: il ghiaccio. Se l’operazione andrà a buon fine, alle 5 di domani mattina mezzi e addetti alla pulizia delle strade torneranno a monitorare la situazione e distribuiranno nuovamente il sale. Nella giornata di domani, presso lo stabilimento della Solvay, sarà effettuato un approvvigionamento di ulteriori 1000 quintali di sale.
Tutti gli istituti superiori della Provincia di Pisa, ad eccezione di quelli della città di Pisa, resteranno chiusi domani.
Le ditte incaricate effettueranno comunque il controllo delle caldaie, la pulizia e lo spargimento del sale davanti agli ingressi degli edifici in previsione di una eventuale riapertura nella giornata di venerdì.

DICHIARAZIONI PRESIDENTE DELLA PROVINCIA ANDREA PIERONI

“Sono 100 gli uomini, tra personale della Provincia di Pisa e delle imprese esterne, che senza soluzione di continuità da martedì all’ora di pranzo stanno lavorando sulle strade provinciali - afferma Andrea Pieroni, presidente della Provincia di Pisa - a loro va un ringraziamento sentito, perché stanno operando in condizioni estremamente difficili e soprattutto ai limiti delle possibilità umane, in quanto questa notte saranno 36 ore ininterrotte di attività. Encomiabile lo sforzo dei nostri addetti e delle ditte esterne, così come un grazie deve andare al personale che oggi e domani sarà impegnato sul fronte delle scuole”.
“Ci auguriamo tutti che le condizioni meteorologiche avverse ci facciano tirare il fiato nella giornata di domani - conclude Pieroni - al fine di poter far riposare il personale e affrontare al meglio i prossimi giorni, che si annunciano decisamente difficili sul fronte delle temperature, del ghiaccio e di possibili nuove nevicate. Il mio invito è a limitare gli spostamenti sulle strade, attenendosi alla massima prudenza”.

Ore 17,38: Regolare la viabilità in tutta la Provincia di Pisa: chiusa solo la strada regionale Emilia, nel tratto in provincia di Livorno. Dal pomeriggio tornati in azione sul litorale gli operai per distribuire il ghiaino agli accessi delle scuole, vicino alle pensiline dei bus e ai cassonetti della raccolta differenziata e a tutti i punti di interesse pubblico. A Calci liberate le strade principali. Così anche a Vicopisano dove hanno lavorato gli spargisale della Provincia. Punto critico la strada per Cucigliana. A Cascina funziona la Tosco-Romagnola, a Latignano sono in azione 4 lame e 4 spargisale. A San Giuliano Terme funzionano le strade principali, mentre sono bloccate alcune arterie minori a causa della caduta di alberi e di cavi elettrici e della Telecom pericolanti; in azione una lama e uno spargisale nelle zone alte del Comune. A Vecchiano chiusa la strada per il litorale vecchianese dove é in corso l'intervento per la pulizia dei rami pericolanti. Funziona la stazione ferroviaria di Pisa, dove si registrano solo alcuni ritardi nei treni che passano da Livorno e La Spezia. Attività regolare anche all'aeroporto per tutti i voli in partenza, mentre si registrano ritardi per quelli in arrivo dovuti alle difficoltà degli aeroporti di partenza. Hanno fatto scalo al "Galilei" alcuni voli che avrebbero dovuto atterrare a Genova e Bologna.

Ore 17,33: Ripristinata l’erogazione idrica a Cenaia, Ceppaiano, Campo Cosimo e La Guardia nel Comune di Crespina  e nel Comune di Chianni, proseguno invece i disagi a causa del protrarsi dei guasti alle linee elettriche, a Valtriano, Badalucco, Pantane, Fauglia-capoluogo (nel Comune di Fauglia), a Lajatico-capoluogo, Orciatico e La Sterza (nel Comune di Lajatico).

Ore 16,50: Domani 2 febbraio scuole chiuse a San Giuliano Terme, aperte invece a Calci, Vecchiano e Vicopisano.

Ore 16,15: L’ospedale di Pisa nella giornata di oggi ha subito di riflesso alcuni disagi dovuti alle assenze del personale residente nelle località colpite dalla nevicata ma già ieri, martedì 31 gennaio, la Direzione sanitaria aveva attivato, allertata dalle previsioni meteo e in costante contatto con il Comune di Pisa, l’Unità di crisi del Dea-Dipartimento di emergenza-accettazione, che ha provveduto a programmare la necessaria dotazione di personale medico e infermieristico in modo da garantire lo svolgimento delle attività. In alcune situazioni, si è deciso di trasformare in presenza attiva (guardia) i turni di reperibilità notturna, facendo dormire il personale in ospedale. Le urgenze e gli interventi chirurgici non procrastinabili sono stati tutti garantiti. Solo in alcuni reparti operatori, dove questa mattina si sono registrate le maggiori assenze, una parte degli interventi chirurgici pianificati sono stati riprogrammati nei prossimi giorni.
Il Centro prelievi di Cisanello ha funzionato regolarmente, garantendo ovviamente anche i prelievi in regime di urgenza, quelli per i pazienti sottoposti a terapia anticoagulante orale e quelli per i trapiantati. Al punto prelievi di Piazza Manin, invece, causa ridotta presenza di personale infermieristico, sono stati accettati solamente i prelievi in urgenza, quelli per le chemioterapie e per la preospedalizzazione. Si prevede che tutto si normalizzi con il trascorrere delle ore. Resta comunque aperta l’Unità di crisi del Dea che ha già pianificato i turni per il pomeriggio e la giornata di domani mentre, per gli altri reparti, si effettuerà un monitoraggio costante della situazione.

Ore 15,54: Ripristinata l’erogazione idrica in tutta la città di Pisa e nelle frazioni di Riglione, Oratoio, Ospedaletto, Coltano e Putignano (il Litorale non era coinvolto da nessun disagio); isolati fenomeni di bassa  pressione potranno continuare a manifestarsi ai piani più alti dei palazzi o nei terminali di rete ma con tendenza al miglioramento.
Purtroppo continuano a registrarsi alcune problematiche - che al momento non pregiudicano il servizio idrico - nella continuità della fornitura elettrica presso le centrali di Filettole e Lucca che alimentano l’acquedotto di Pisa, al quale si cercherà di porre rimedio in via definitiva con generatori autonomi.
Possibile formazione di estesi fenomeni di torbidità a partire dalla serata di oggi, con ulteriore intensificazione a partire dalla mattina di domani giovedì 2 febbraio per almeno 24 ore.
Acque Spa ha potenziato su tutto il territorio le operazioni di monitoraggio e intervento al fine di limitare il più possibile i disagi e, attraverso attività di scarico e flussaggio, ridurre l’incidenza della torbidità sulla rete.

Ore 15,50: Revocato il divieto di circolazione dei mezzi pesanti sulla superstrada Fi-Pi-Li e sulla A11 Firenze - Pisa Nord.

Ore 15,00: Situazione rifiuti: stanotte Pisa è stata servita da Geofor, ma nella mattinata di mercoledì, nonostante tutti i camion siano dotati di gomme da neve, non c'è stato modo di far muovere i mezzi. Nel pomeriggio di oggi, mercoledì, è prevista la ripartenza del servizio tra Pisa e le zone che la circondano.
Pontedera, Valdera e Valdarno invece, dovranno attendere il giovedì mattina. Le raccolte di Multimateriale, Carta e Ingombranti subiranno quindi un inevitabile ritardo nei ritiri.

Ore 14,40: Produzione ferma oggi alla Piaggio di Pontedera dove sono giunti a lavoro solo poche decine fra impiegati e operai a causa delle intense nevicate che hanno interessato la Toscana. Gli operai sono stati impiegati in mansioni diverse da quelle consuete. Stessa situazione in moltissime aziende della zona che oggi sono rimaste chiuse. Numerose le aree della provincia senza elettricità. In una di queste, al centro di assistenza per disabili Stella Maris di Fauglia è mancata la corrente per buona parte della notte. La situazione è tornata alla normalità da poco. In Valdicecina difficoltà per la Protezione Civile impegnata a togliere gli accumuli di neve sagomati dal forte vento che hanno raggiunto anche il metro e mezzo. Sulla strada 439, che collega Volterra a Colle Valdelsa, stamani ci sono state difficiltà per la circolazione, con un pullman che è rimasto in mezzo alla strada per molte ore.



Ore 13,58: Domani 2 febbraio scuole aperte nel comune di Pisa. Chiuse però quelle di Calambrone. Istituti scolastici chiusi anche a Cascina: nonostante infatti le strade siano nuovamente percorribili, Enel, non è in grado di assicurare il funzionamento di luce e riscaldamento nei plessi scolastici per i guasti riportati alle linee elettriche a causa delle forti raffiche di vento di questa notte.
Anche Santa Croce sull'Arno ha deciso per la chiusura.

 

Ore 13,05: Aggiornamento allerta meteo dalla Provincia di Pisa: Sebbene con situazioni isolate di blocco della circolazione (come sulla cima del Monte Serra), comunque in via di soluzione, e sebbene con condizioni di difficoltà (dovute anche alla caduta di alberi) diffuse su tutto il territorio (condizioni che sono generalizzate e concentrate nella parte sud del territorio stesso), attualmente il transito è garantito sul complesso della rete viaria provinciale. Durante la notte – quando l’abbassamento delle temperature e l’aumento delle precipitazioni ha determinato l’accumulo di neve, in alcune zone molo abbondante – sono intervenuti 22 mezzi approntati dalla Provincia (spargisale, con a disposizione 1.000 quintali) e sgombraneve.

Al momento, nella parte settentrionale della provincia l’uso delle catene è indispensabile limitatamente alla Sp 36 Palaiese e alla località Castel di Nocco, nel comune di Buti. Nella parte meridionale della provincia - dove durante la notte è caduto fino a un metro e mezzo di neve, e in certi punti 2 metri (particolarmente colpiti i comuni di Volterra, Castelnuovo Valdicecina, Monteverdi, Guardistallo, Casale, Castellina) – il traffico è consentito con catene nei tratti più problematici e senza catene (ovviamente usando la necessaria cautela) negli altri. I mezzi hanno circolato e operato ininterrottamente (fino a tutta la mattinata), con più passaggi sulle strade, data l’insistenza delle precipitazioni: dando priorità agli assi maggiori di scorrimento (Srt 68 e 439), per poi via via intervenire sul resto della rete viaria. L’ondata di maltempo ha dunque determinato episodi e ambiti di criticità, che sono stati tuttavia affrontati in modo tempestivo.

La Provincia - nella prospettiva di una serata e di una nottata, le prossime, che si annunciano caratterizzate da nuovi abbassamenti delle temperature e da conseguente formazione di ghiaccio sull’asfalto – rivolge un appello a tutti i cittadini affinché si spostino limitatamente a contingenze di effettiva necessità; e comunque attenendosi alla massima prudenza.

Altri elementi di problematicità sono segnalati relativamente a interruzioni della corrente elettrica verificatisi nella maggior parte dei comuni della provincia: Enel ipotizza la soluzione di tali difficoltà entro il pomeriggio nella parte nord del territorio ed entro la serata nella parte sud. La Protezione Civile della Provincia comunica altresì che, attualmente, su tutta la rete stradale, vige divieto di transito ai mezzi sopra le 7,5 t.

Ore 13,00: In relazione all'interruzione idrica in corso a Montopoli-capoluogo, San Romano, Capanne, Castel del Bosco e Marti, Acque SpA comunica che il ripristino è previsto entro le ore 17. Mentre per quanto riguarda l'interruzione in tutto il Comune di Calci, ad Asciano e Agnano nel Comune di San Giuliano Terme, il ripristino è previsto entro le ore 15. L’erogazione verrà accompagnata da fenomeni di intorbidamento destinati comunque a scomparire nelle ore immediatamente successive.

Ore 12,44: Scuole chiuse domani 2 febbraio anche a Volterra e a San Miniato.

Ore 12,36: Ritardi e cancellazioni di treni regionali in Toscana a causa della neve. Nella fascia pendolare ha viaggiato tuttavia, informano le Ferrovie, il 75% dei treni regionali. Le cancellazioni si sono verificate principalmente sulle linee Firenze - Pisa - Livorno e Firenze - Prato - Viareggio. I nodi più investiti dalla nevicata sono stati quelli di Livorno, Lucca e La Spezia.

Ore 12,09: Acque Spa comunica, che per un guasto alle linee elettriche Enel in varie zone della Valdera e per la conseguente sospensione dell'energia ai pozzi e alle centrali idriche, sono in corso interruzioni della fornitura idrica:
- a Cenaia, Ceppaiano, Campo Cosimo e La Guardia nel Comune di Crespina; il ripristino è previsto per le ore 15;
- a Valtriano, Badalucco e Pantane (nel Comune di Fauglia), a Lajatico-capoluogo, Orciatico e La Sterza (nel Comune di Lajatico), nell’intero territorio comunale di Chianni;
al momento non è possibile stabilire con precisione l'orario di ripristino dell'erogazione per il protrarsi dei guasti alle linee elettriche.
Acque Spa provvederà a diramare nelle prossime ore una ulteriore nota per aggiornare la situazione.

Ore 12,05: Anche domani giovedì 2  febbraio tutte le scuole di ogni ordine e grado dei 15 comuni della Valdera (Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme, Chianni, Crespina, Lajatico, Lari, Palaia, Peccioli, Ponsacco, Pontedera, S. Maria a Monte, Terricciola) e dei comuni di Fauglia e Lorenzana rimarranno chiuse per l’abbondante nevicata che ha interessato il territorio nelle ultime ore e per il rischio di formazione di ghiaccio sulle strade. Per quanto riguarda gli istituti scolastici di Pisa la decisione sullla chiusura verrà presa entro le 15. Il Comune sta controllando il funzionamento dei riscaldamenti e la viabilità per i ragazzi che dai comuni limitrofi si recano a scuola a Pisa.

Ore 11,48: Chiusa la statale 206 (Via Emilia) dove nella notte, a causa del divieto di transito per i mezzi pesanti in superstrada, si sono riversati molti camion che hanno avuto problemi. Alcuni sono slittati bloccando la strada.

Ore 11,45: Rinviata la finale di ritorno di Coppa Italia di Eccellenza tra Pisa Sporting Club e Colligiana.

Ore 11,39: Molti sindaci della provincia stanno predisponendo le ordinanze per la chiusura delle scuole anche per la giornata di domani giovedì 3 febbraio.

Ore 11,02: Alberi e pali della luce caduti e già un centinaio di interventi smaltiti dai Vigili del Fuoco del comando provinciale a causa del forte vento che ha imperversato nel Pisano. E' il bilancio della notte appena trascorsa dopo l'allerta meteo scattata ieri mattina. In particolare, fanno sapere i Vigili del Fuoco, i disagi maggiori si sono verificati nell'area a nord di Pisa. Nella stessa zona ci sono problemi di erogazione di energia elettrica. Letteralmente impazziti i centralini della sala operativa per le centinaia di chiamate di cittadini che richiedono interventi o semplici informazioni sulla viabilità.
A Pisa la nevicata è stata leggera e la viabilità è regolare anche grazie allo spargimento di sale avvenuto nella notte per evitare il formarsi di ghiaccio soprattutto sui ponti che attraversano l'Arno. Regolare anche l'attività aeroportuale con voli in partenza e in arrivo che non hanno subito ritardi.

Ore 10,42: Aggiornamento dalla sala operativa della Protezione Civile Regionale: al momento tutte le autostrade sono transitabili, con i mezzi di spalamento operativi. E' segnalata una criticità sulla Fi-Pi-Li dove il tratto Lastra a Signa - Empoli non è percorribile per il ghiaccio. L'Enel sta lavorando per risolvere alcune interruzioni della corrente diffuse sul territorio regionale. Su 170 treni regionali, 125 stamattina hanno viaggiato, anche se con ritardi.

Ore 10,39: Acque Spa comunica, che per un guasto alle linee elettriche Enel dovuto alla nevicata notturna e per la conseguente sospensione dell'energia ai pozzi di Agnano e alla centrale idrica La Gabella, è in corso un'interruzione della fornitura idrica in tutto il Comune di Calci, ad Asciano e Agnano nel Comune di San Giuliano Terme. Al momento non è possibile stabilire con precisione l'orario di ripristino dell'erogazione per il protrarsi del guasto elettrico.
Acque SpA provvederà a diramare nelle prossime ore una ulteriore nota per aggiornare della situazione.

Ore 10,07: E' stata riaperta al traffico in entrambi i sensi di marcia la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno che era stata chiusa a tratti durante la notte a causa della neve e del ghiaccio. Lo rende noto la Provincia di Firenze, precisando che è ancora in vigore tuttavia il divieto di circolazione, che riguarda gran parte della Toscana, dei mezzi con peso superiore alle 7,5 tonnellate. Non si registrano invece problemi sulla A1 sia in direzione Bologna, sia in direzione Roma. Percorribile con catene la superstrada Firenze-Siena.

Ore 10,05: Acque Spa comunica, che, per un guasto alle linee elettriche Enel dovuto alla nevicata notturna e per la conseguente sospensione dell'energia alle centrali idriche Vaiano e Lavatoi nel Comune di Montopoli Valdarno, è in corso un'interruzione della fornitura idrica a Montopoli-capoluogo, San Romano, Capanne, Castel del Bosco e Marti.
Al momento non è possibile stabilire con precisione l'orario di ripristino dell'erogazione per il protrarsi del guasto elettrico.
Acque SpA provvederà a diramare nelle prossime ore una ulteriore nota per aggiornare la situazione e a predisporre sul territorio un servizio auto-botte.

Ore 10:  Aggiornamenti in tempo reale sulla pagina Facebook del sindaco di Pontedera Simone Millozzi che ha comunicato con i cittadini per tutta la notte. Situazione sotto controllo. Mezzi spalaneve al lavoro nella città e nelle frazioni pontederesi.

Ore 8,30: la Provincia di Pisa si è svegliata con una coltre di neve. La Valdera è sommersa: 20 cm sono caduti al suolo. Anche la Valdicecina è stata colpita: le prime avvisaglie infatti già ieri pomeriggio con una Volterra che cominciava a imbiancarsi.

La neve caduta nella serata di ieri e nella notte sta provocando alcuni problemi di circolazione in Toscana. Le difficoltà riguardano soprattutto la parte occidentale della regione. In particolare, la strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno è chiusa a tratti tra Lavoria e Livorno e tra Firenze e Pontedera. E' stata chiusa per alcune ore anche la superstrada Firenze-Siena, mentre non si segnalano ad ora particolari problemi sul tratto autostradale toscano della A1 in direzione di Bologna e di Roma. In quasi tutta la Toscana è stata sospesa la circolazione dei mezzi pesanti con peso superiore alle 7,5 tonnellate. Qualche difficoltà anche per il traffico ferroviario regionale: sono molti infatti i treni in ritardo.

Stanotte i mezzi spargisale della Provincia hanno lavorato così come quelli a disposizione dei Comuni. Nella notte sono stati segnalati problemi alla viabilità ordinaria nelle zone di Pontedera, San Miniato e Chianni. Veicoli pesanti sono stati fatti uscire dalla Fi-Pi-Li all'altezza di Pontedera a causa delle previsioni che indicavano un peggioramento delle condizioni meteo. I mezzi pesanti sono stati fatti parcheggiare in un'area vicino all'ingresso pontederese della superstrada.
Oggi le scuole rimarranno chiuse.


 

Annuncio promozionale

Inviaci le tue foto e le tue segnalazioni all'indirizzo pisatoday@citynews.it

allerta meteo

Commenti