Commercio a San Giuliano Terme in crescita: in 4 anni saldo positivo di 251 attività

Dal 2014 a settembre 2018 si sono insediate nel comune 390 nuove attività a fronte delle 139 cessate. Il sindaco Di Maio: "Risultati frutto di precise scelte politiche"

Numeri positivi per il commercio di San Giuliano Terme. Dal 2014 a settembre 2018 nel comune si sono infatti insediate 390 attività a fronte delle 139 cessate, con un saldo positivo di 251 attività. Le agevolazioni Imu per le unità immobiliari dedicate a negozi, botteghe e laboratori per arti e mestieri hanno previsto una riduzione dell’aliquota dall’1,06 allo 0,95%. L’agevolazione Tari si attesta al 50% per le nuove attività economiche nei primi tre anni di esercizio, quella per l’iscrizione al Centro commerciale naturale al 10%, stessa percentuale per le attività certificate Emas e Iso 14001 (legate alle norme ambientali). Del 20% invece l’agevolazione per i locali adibiti a esercizio di vicinato per vendita alimentari.

"Siamo consapevoli che gli effetti della crisi dell’ultimo decennio si stiano ancora riversando sui nostri territori - afferma il sindaco Sergio Di Maio - ma posso dire con orgoglio che a San Giuliano Terme, da quando ci siamo insediati, i numeri dicono che gli effetti positivi della nostra amministrazione si stanno facendo sentire. Con questo, non ignoro che a volte le saracinesche purtroppo continuino ad abbassarsi: ma coi nostri interventi vogliamo invertire questa tendenza, che, pur avendo origini e responsabilità molto lontane, deve spronarci a fare di più per chi vive, lavora e dà lavoro e ricchezza qui, sul nostro territorio".

Ad esprimere soddisfazione anche l'assessore alla Attività produttive, Lucia Cipriani. "Sono numeri importanti - commenta la Cipriani - frutto di precise scelte politiche. Le riduzioni delle imposte consente di affrontare più serenamente una pressione fiscale nazionale fin troppo importante. I comuni devono fare la propria parte e il nostro la sta facendo. Abbiamo anche cambiato e migliorato i rapporti e la comunicazione in prima battuta con Centro commerciale naturale, col quale dialoghiamo quotidianamente, e con le associazioni di categoria, vale a dire Confcommercio e Confesercenti. Questo dialogo ci ha permesso di fare squadra in vari momenti. Uno su tutti, l’impegno per la riapertura anticipata del ponte di Pontasserchio, dove Ccn e associazioni di categoria hanno svolto un ruolo decisivo.

"A tal proposito - conclude la Cipriani - mi piace ricordare come il comune di San Giuliano Terme effettui il pagamento alle imprese in 15 giorni, ricevendo il plauso di Camera di Commercio, Cna, Confcommercio e Confesercenti. Questo significa avere rispetto per le attività economiche, non solo a parole".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Corso Italia, i commercianti in coro: "Furti e taccheggi ormai all'ordine del giorno"

  • Cronaca

    Stato di agitazione in ospedale, l'Aoup: "Presto un confronto con la nuova direzione aziendale"

  • Attualità

    Ecco la Luna rosso sangue: occhi al cielo...con levataccia

  • Cronaca

    Mura: quasi ultimato il tratto al Giardino Scotto

I più letti della settimana

  • Via Corridoni: principio d'incendio nei locali dell'Agenzia delle Entrate

  • Lanciano liquido contro due passanti da uno scooter in corsa

  • Multata per aver viaggiato con l'auto con targa straniera: "Vittima di ingiustizia"

  • Raid alle auto in sosta: c'è un fermato

  • Multe ad auto con targa straniera: prime due sanzioni a Pisa per il 'Decreto Sicurezza'

  • Furti nei parcheggi dei supermercati: fermate due 50enni

Torna su
PisaToday è in caricamento