Pontedera: inaugurata nelle 'ex Saffi' la nuova sede del centro di ascolto della Caritas

Sabato il taglio del nastro, a metà gennaio il trasferimento nei nuovi locali: una sala d’attesa e una per le riunioni, due stanze per i colloqui e un deposito

"C’è una povertà che cresce, forse, anche più delle altre ed è quella delle relazioni all’interno delle nostre comunità che rischiano di frantumarsi di fronte al dilagare dell’individualismo. Il centro d’ascolto che inauguriamo oggi è uno spazio d’incontro e relazioni con i più fragili per contrastare proprio l’individualismo che sta permeando le nostre comunità e da cui nemmeno noi, come Chiesa, siamo immuni". E' con queste parole che l’arcivescovo di Pisa, Giovanni Paolo Benotto, ieri pomeriggio, sabato 15 dicembre, ha inaugurato la nuova sede del Centro d’Ascolto Caritas di Pontedera, ospitato in una porzione a piano terra delle 'ex Saffi', a due passi dal Duomo.

Centro metri quadrati in tutto, suddivisi in cinque spazi: una sala d’attesa e ricevimento e una per le riunioni, due stanze destinate ai colloqui e la quinta a deposito. Il trasloco vero e proprio avverrà a metà gennaio, una volta arredata la nuova struttura a cui saranno destinate anche le offerte raccolte in tutte le chiese della diocesi domenica 16 dicembre in occasione della Colletta d’Avvento.

"Il Centro d’Ascolto di Pontedera si è ricostituito nel febbraio scorso - ha ricordato il direttore della Caritas diocesana - don Emanuele Morelli - con gruppo di una ventina di volontari accompagnati dall’équipe di formazione della Caritas diocesana. Nei primi nove mesi e mezzo di attività ha incontrato 58 persone (26 italiani e 32 stranieri, prevalentemente senegalesi), soprattutto adulti di età compresa fra i 25 e i 54 anni (38 su 58) con problemi occupazionali legati certo prevalentemente alla mancanza di un lavoro. Molto diffusa anche la condizione di marginalità abitativa: riguarda circa un quarto delle persone incontrate".

Il centro di ascolto della Caritas è la prima tessera ad andare al suo posto di un progetto più ampio che coinvolge l’intero complesso dell’ex Saffi, in disuso da una ventina d’anni. L'immobile, a lavori ultimati, è destinato a divenire un vero e proprio polo socio-culturale e centro di aggregazione giovanile della città di Pontedera: qui, infatti, si trasferirà la biblioteca del Duomo, ma vi sarà anche un’aula studio e una sala per eventi e conferenze. Al primo piano, invece, altre sale per le attività socio-pastorali a disposizione di tutte le parrocchie dell’Unità Pastorale della Valdera, uffici e una piccola foresteria per ospitare pellegrini, visitatori e religiosi. A lavori ultimati l’investimento sarà stato di 1,2 milioni di euro (450mila dei quali provenienti da fondi Cei otto per mille). "L’inaugurazione dell’intero complesso? Speriamo di riuscirvi entro fine luglio" dice don Piero Dini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Spray al peperoncino durante una lite in discoteca

  • Cronaca

    Centro storico, spacciano droga di fronte ai passanti: due arresti

  • Cronaca

    Monti Pisani: consegnati 221mila euro raccolti grazie alla solidarietà

  • Cronaca

    Cascina, piazza Gramsci: inaugurati i nuovi giochi e la nuova area fitness

I più letti della settimana

  • Lanciano liquido contro due passanti da uno scooter in corsa

  • Multata per aver viaggiato con l'auto con targa straniera: "Vittima di ingiustizia"

  • Multe ad auto con targa straniera: prime due sanzioni a Pisa per il 'Decreto Sicurezza'

  • Peccioli: riapre il parco preistorico dei dinosauri

  • Corso Italia: rapinano l'Ovs e feriscono con un coltello il vigilante

  • Trovato e sequestrato a Pisa lo yacht 'fantasma' dell'imprenditore Moretti

Torna su
PisaToday è in caricamento