Olio d'oliva contraffatto, perquisizioni anche a Pisa: 2 arresti e 10 indagati

L'indagine della Procura di Firenze ha coinvolto varie province sull'asse Toscana-Puglia

Perquisizioni anche a Pisa per il maxi sequestro di falso olio extra vergine di oliva, in realtà olio di semi contraffatto utilizzato, da molti ristoratori compiacenti che lo utilizzavano nei loro locali nonostante fossero a conoscenza della non genuinità del prodotto. Si chiama 'Croce e Delizia' l'operazione dei Carabinieri del NAS di Firenze, coordinata dalla Procura di Firenze, che è scattata questa mattina 17 settembre con il supporto dei militari del NAS di Foggia e dei due comandi provinciali di Firenze e Foggia, presso Montespertoli (Firenze) e Cerignola (Foggia).

Due le persone finite agli arresti domiciliari, disposti dal gip di Firenze, ritenuti responsabili rispettivamente dei reati di riciclaggio e ricettazione di ingenti quantità di olio di semi etichettato fraudolentemente come olio extravergine di oliva, prodotto in Puglia ed immesso nel circuito commerciale toscano, a favore di numerosi operatori del settore alimentare (ristoranti, bar, panifici, venditori all’ingrosso di alimenti) dei quali 11 ritenuti compiacenti, nei cui confronti si procederà separatamente. Contestualmente, ad Impruneta e Castelfiorentino è stata notificata a due persone operanti nel settore alimentare un’ordinanza di divieto temporaneo di esercitare l’attività imprenditoriale del commercio di prodotti alimentari per mesi sei.

Le perquisizioni sono avvenute anche in altre province, fra cui Pisa. Le altre zone interessate sono state Barletta-Andria-Trani, Pescara e Prato. Secondo gli inquirenti è stato documentato un flusso commerciale di circa 50 tonnellate di olio modificato. Ne sono state sequestrate oltre 16 tonnellate, impedendone così l’illecita immissione nel circuito, con l'individuazione dei depositi dove lo stesso veniva temporaneamente stoccato. Tra gli interventi più rilevanti eseguiti nel corso delle indagini c'è stata l’intercettazione ed il sequestro di un autocarro che trasportava 5 tonnellate e mezzo di olio modificato, in transito nel capoluogo toscano, destinato a rifornire un esercizio di ristorazione.

Leggi tutte le altre informazioni su FirenzeToday

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Viale delle Cascine: muore alla guida mentre è fermo al semaforo

  • Fisica, matematica, chimica: la Normale di Pisa è la prima università al mondo nella ricerca

  • Dà in escandescenze e devasta il ristorante di fronte a clienti e proprietari

  • Lutto all'Università: è morto il professor Berardo Cori

  • Bagno di folla per Mika in centro a Livorno: suona con lui uno studente Unipi

  • Pontedera, scontro auto-moto: perde la vita 38enne

Torna su
PisaToday è in caricamento