sabato, 01 novembre 8℃

Tragedia familiare a Pisa: muore accoltellato in strada dall'ex cognato

La lite è avvenuta vicino all'abitazione: il marito voleva che la moglie tornasse con lui, il diverbio è degenerato e il fratello di lei è intervenuto, purtroppo però è stato ferito mortalmente

Redazione 10 dicembre 2011

Una lite tra moglie e marito, il fratello della donna è intervenuto per difendere la sorella e alla fine è stato ucciso.
Una tragedia familiare a Pisa avvenuta ieri sera. L'aggressore, un albanese di 35 anni, voleva che l'ex moglie tornasse con lui. La donna infatti, madre di una bambina di due anni, da qualche tempo si era trasferita a casa del fratello. Sembra che da settimane l'arrestato seguisse la donna, facendosi anche trovare nei pressi della sua nuova casa per convincerla a riprendere la relazione interrotta. Nonostante le pressioni, tuttavia, l'albanese non sarebbe mai stato violento, almeno fino a ieri quando la discussione tra moglie e marito è presto degenerata e il fratello della donna, anche lui albanese, 31 anni, è intervenuto per difenderla.

A quel punto il marito, di cui gli inquirenti non hanno rivelato l'identità, ha raggiunto la sua auto, parcheggiata sulla strada, a poca distanza dal portone dell'abitazione, ha preso un coltello a serramanico per poi tornare, come in preda a un raptus, verso il parente e ingaggiare una colluttazione con lui durante la quale lo ha colpito almeno con quattro fendenti. Poi lo ha lasciato a terra ed è tornato alla sua di casa dove ha chiamato un'ambulanza per farsi medicare le ferite riportate, senza sapere di avere ferito mortalmente il trentunenne che è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale.

Il 35enne è stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario.

Annuncio promozionale

omicidi

Commenti