Porta a Lucca, variante stadio: "Pesante impatto sulla mobilità del quartiere"

Le tre associazioni ambientaliste cittadine hanno presentato una serie di osservazioni al documento approvato dal Consiglio Comunale: "Il Comune elimini le criticità evidenziate"

La Fiab di Pisa, La Città ecologica e Legambiente di Pisa, hanno presentato oggi, 15 novembre, una serie di osservazioni sulla cosidetta variante stadio, sottolineando varie criticità che riguardano in particolar modo i temi della mobilità. Le associazioni ambientaliste chiedono al Comune di  modificare la variante adottata eliminando le problematicità evidenziate e ricordano che anche i singoli cittadini possono presentare osservazioni fino al 24 novembre. "Invitiamo i cittadini interessati - scrivono in una nota le associazioni ambientaliste - a partecipare lunedì 18 novembre all’assemblea che abbiamo indetto presso Centro Polivalente San Zeno alle ore 21".

Mobilità

Le associazioni partono sottolineando come lo stadio sarà "utilizzato più frequentemente per eventi, inoltre le estese superfici commerciali previste (media distribuzione) generano traffico tutti i giorni della settimana. Al fine di evitare che i disagi per il quartiere diventino insostenibili è indispensabile che questa variante si inserisca in un riordino complessivo della mobilità che preveda disincentivi all'utilizzo dell'auto privata ed incentivi alla mobilità sostenibile. Il Comune ad oggi non ha ancora un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (Pums), dobbiamo quindi constatare che mancano i presupposti per procedere con una variazione urbanistica così impattante sulla mobilità cittadina. Chiediamo che, preventivamente, venga redatto un Pums di area vasta, che necessariamente deve coinvolgere anche il confinante comune di San Giuliano Terme, dal quale si origina gran parte del traffico che insiste sul quartiere interessato dalla variante".

Parcheggi

L'errata valutazione dell'impatto della variante sul traffico sarebbe "conseguenza - scrivono le associazioni - di errori ed incongruenze. Per esempio nella Vas si sostiene che il quartiere di Porta a Lucca è attualmente carente di parcheggi, mentre nello studio della mobilità redatto da Pisamo e Tages si illustra correttamente la situazione attuale della sosta nel quartiere con una disponibilità di oltre 5.000 stalli, ampiamente sufficiente per le esigenze del quartiere".

La variante prevede la creazione di nuovi parcheggi nel quartiere, "Questa è una scelta incoerente e controproducente, poiché attira altro traffico nel quartiere, senza peraltro portare vantaggi ai residenti". Bisognerebbe invece "rilanciare i parcheggi scambiatori" e "prevedere una tariffazione della sosta su tutte le strade interne del quartiere" prevedendo "un'adeguata offerta di parcheggi serviti dal trasporto pubblico". "Molti dei parcheggi 'a servizio dello stadio' - proseguono le associazioni - sono collocati in zone molto distanti che devono essere servite da mezzi. L'unico modo efficiente per spostare diverse centinaia di persone che arrivano simultaneamente è una linea tranviaria, opera che richiede certamente modifiche rilevanti, che dovrebbero essere previste nella variante".

Spostamento del mercato di via Paparelli

La variante deve prevedere, secondo le tre associazioni, una nuova collocazione per il mercato settimanale. "Il parcheggio di via Paparelli risulta essenziale se si persegue la scelta di mantenere lo stadio nella sua posizione attuale. Tuttavia quest’area risulta non utilizzabile quando le partite hanno luogo nel primo pomeriggio del sabato". Da qui la richiesta di spostamento degli operatori.

"Troppe superfici commerciali"

Le aree commerciali previste all'interno dell’area dello stadio sono, secondo le associazioni, "enormi". "Si prevedono -scrivono gli ambientalisti - attività complementari per 5.160mq, comprendenti esercizi commerciali fino alle medie strutture di vendita (cioè con superfici di vendita fino a 2.500mq). Sono strutture che, se funzionano, attirano quotidianamente grandi volumi di traffico, non solo di clienti ed utenti ma anche di mezzi per il trasporto delle merci. Ciò avrebbe conseguenze disastrose dato che la situazione del traffico è già ora al limite del collasso".

Biciclette

Per incrementare il numero di coloro che scelgono la bicicletta per recarsi allo stadio, o negli spostamenti di tutti i giorni, "oltre ad una rete di piste a norma - scrivono le associazioni - sono necessari adeguati parcheggi per biciclette sia in prossimità degli ingressi dello stadio, che nei parcheggi scambiatori. Tali parcheggi attualmente non sono previsti nella variante; si chiede pertanto di superare questa lacuna integrando i documenti di variante".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Pisa usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

Torna su
PisaToday è in caricamento