Caos rifiuti a Sant'Ermete, il Comune: "Prima mettersi in regola con la Tari"

L'amministrazione comunale valuterà la possibilità di collocare i cassonetti condominiali solo dopo che le utenze morose avranno pagato la tassa. Nelle case popolari del quartiere sono 43

(foto Spazio Popolare Sant'Ermete/FB)

Solo dopo aver sanato i casi di evasione della Tari sarà possibile prendere in considerazione la richiesta di equiparazione con i condomini con più di 8 nuclei familiari e quindi eventualmente collocare i cassonetti condominiali. E' la risposta del Comune alle richieste dei residenti delle case popolari del quartiere di Sant'Ermete che l'altro giorno avevano protestato nella sede della Geofor di Pontedera. I cittadini lamentano l'impossibilità di tenere nelle ristrette case popolari, molte delle quali senza terrazzo, i quattro mastelli per la raccolta differenziata porta a porta e chiedono quindi di poter usufruire della collocazione dei cassonetti comuni utilizzati nei condomini.

Ma la risposta dell'amministrazione è chiara: prima di tutto mettersi in regola con i pagamenti.

L’introduzione del metodo 'porta a porta' per la raccolta differenziata nei quartieri e la conseguente consegna dei bidoncini ha infatti permesso a Sepi e Geofor di controllare le utenze non iscritte alla Tari. I casi complessivamente segnalati, in tutta la città, sono per ora 1429. Di questi 464 si sono iscritti, regolamentando la loro situazione, mentre 478 hanno avuto l’avviso di accertamento (si devono cioè iscrivere e regolarizzarsi). I restanti 487 riguardano immobili sfitti o in ristrutturazione.

Per quanto riguarda le case popolari di Sant’Ermete, fanno sapere da Palazzo Gambacorti, i casi segnalati di evasione della Tari sono 43. Di questi 15 hanno dato luogo a iscrizioni spontanee, 6 hanno dato luogo ad avvisi di accertamento, 22 inviti all’iscrizione. A Sant’Ermete i residenti sono 1736 di cui 450 nelle case popolari in 171 alloggi, di questi appunto 43 le utenze morose (quasi un terzo).  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella sanità pisana e mondiale: è morto il professor Franco Mosca

  • Mascherine gratuite nelle edicole della provincia di Pisa: dove richiederle

  • Il Giugno Pisano si farà: "Eventi simbolici per dare continuità alla tradizione"

  • Coronavirus in Toscana: 10 nuovi casi e 5 decessi

  • Perde il controllo e si ribalta: il conducente esce prima che le fiamme distruggano l'auto

  • Mascherine gratuite: parte la distribuzione in edicola 

Torna su
PisaToday è in caricamento